GIORNALE notiziefoto.it
              
NOTIZIE - FOTOGRAFIE - VIDEO INTERVISTE

CULTURA SPETTACOLO SPORT POLITICA ARTE
MODA DANZA TEATRO ARCHITETTURA MOSTRE 
MUSICA MOTORI SALUTE TURISMO CINEMA
AGRICOLTURA PERSONAGGI INDUSTRIE ANIMALI BORSA
 Archivio con oltre 30 milioni di fotografie                                 

        

 HOME
Pagina iniziale

 Antonio  Chiarenza
 Giornalista e    Fotoreporter
presente su Facebook


GIORNALE web notiziefoto.it

Registrato al Tribunale di Torino n. 5608 - 10/06/2002
Direttore Responsabile : Antonio Chiarenza

 info@notiziefoto.it
antonio.chiarenza@tiscali.it
Tel.338 58 11 550

 
REDAZIONE
 MEDIA PARTNER
 PUBBLICITA' 

Segnala i servizi più interessanti
ai tuoi amici, li farai felici! 

 informazioni per le foto

 information for photos
 
o telefona al 338 58 11 550
 ARCHIVIO FOTOGRAFICO
  E VIDEO INTERVISTE
 di ANTONIO CHIARENZA TORINO
 con oltre 30 milioni di immagini
 di attualità e storiche 
per  l'editoria
 e la pubblicità
 
antonio.chiarenza@tiscali.it      
 Telefono 338 5811550

 ARCHIVIO GIORNALISTICO
 E FOTOGRAFICO  -
 
VIDEO  INTERVISTE
 
 anno 2004
  "      2005
  "      2006
  "      2007
  "      2008
  "      2009
  "      2010
  "      2011

  "      2012

  "      2013

  "      2014
  "      2015
  "      2016
  "      2017

  "      2018
  MOSTRA FOTOGRAFICO
di Antonio Chiarenza - Torino

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE
 MOSTRE FOTOGRAFICHE















































































































































Segnala i servizi più interessanti
ai tuoi amici, li farai felici!

  HOME Pagina iniziale
 
 
  I Servizi Giornalistici,Fotografici e video
    sono in ordine cronologico decrescente dalla data realizzazione
    scorri la pagina e clicca sopra!!!
 
Per cercare i servizi,le foto o il video non recenti  vedi archivio
    oppure inserisci nominativo in "CERCA NEL GIORNALE"


  
Informazioni:  info@notiziefoto.it  -  Telefonare al  338 58 11 550
   
oppure  inviare un SMS  e sarete richiamati. Grazie

     CERCA NEL GIORNALE
Loading
INFORMAZIONI PER LE FOTO (Infomation for Photo)
       Prendi il numero completo sotto la foto !

       COMPILA IL MODULO
  
O TELEFONA AL 338 58 11 550

         (CLICCA QUI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO !)
     
ARCHIVIO 2004 2005 2006 2007 2008 2009  2010
   2011 2012  2013 2014 2015 2016 2017
2018  2019            
 
SERVIZI GIORNALISTICI FOTOGRAFICI E VIDEO 2019

 
NOTIZIE-NEWS- ‎‎S.4601 del12 ‎settembre ‎2019
Unione Industriale Torino Restyling
Bella impresa Sala Giovanni Agnelli
PHOTO GALLERY
tot.foto 105

Fotografato: Arturo Brachetti,Dario Gallina,Ugo Nespolo,Francesca Leon,Alessandra Comazzi,Luca Bono,Marco Aimone,Giancarlo Bonzo,Le2eunquarto


Restyling Sala Giovanni Agnelli | Special guest: Arturo Brachetti

 PRESENTAZIONE COMICA
con Le due e un quarto del teatro Le MusicHall di Torino

MADE IN ITALY
Le ragazze dell’Ateneo dello Spettacolo, guidate dalle Maestre Grazia Esposito e Maddalena Sara danzano su basi musicalidi indimenticabili brani della canzone italiana

IL BUSINESS È ANCHE CULTURA
Ne parlano:
Dario Gallina, Presidente Unione Industriale Torino
Francesca Leon, Assessore alla Cultura Città di Torino
Ugo Nespolo, Artista
Luisa Papotti, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Città Metropolitana Torino

Conduce Alessandra Comazzi, Giornalista e Critico TV

BALLROOM DANCING
con i campioni italiani della Scuola di ballo Arte Danza Torino
e i Maestri Maria Grazia Lavezzi e Daniele Peretti

MOMENTI MAGICI
con l'illusiaonista Luca Bono e Marco Aimone, presidente del Circolo Amici della Magia

DALLA CLASSICA AL ROCK
con il Quartetto Effe, in collaborazione con
l’Orchestra Sinfonica Femminile di Ivrea


               O------------------------------------------------O

NOTIZIE-NEWS- S.4597 del 7 Settembre 2019
L’Azienda Agricola Scaglia, fornitore della carne utilizzata dall’hamburgheria.
MAC BUN –GRANDI FESTEGGIAMENTI PER IL DECENNALE! -
l’utilizzo di prodotti a km zero e della filiera corta si è mostrata vincente.


PHOTO GALLERY tot.foto 195
Fotografato: Agricola Scaglia,Luca Ferrua,Francesco Bianco,Graziano Scaglia,Paola Pellichero,Andrea Tragaioli (sindaco di Rivoli)Beppe Minello (giornalista),Roberto Moncalvo (Coldiretti),Silvio Barbero (Slow Food),Antonio Biella (soc. Acqua S.Bernardo),razza piemontese Fassoni,Giorgio Cravero





Nato nel 2009 come Slow FastFood di qualità, da un’idea dei soci Francesco Bianco e Graziano Scaglia, a cui si è aggiunta Paola Pellichero, il locale Mac Bun di Rivoli, in provincia di Torino, festeggia 10 anni di attività. Sabato 7 Settembre 2019 nel locale di Corso Susa 22, presso il piazzale interno della Galleria Vart, a partire dalle ore 17 sono state allestite l’animazione per i bambini a cura di Circowow, i banchetti espositivi a cura dei fornitori, la mostra fotografica di Giorgio Cravero; un Bus gratuito ha poi permesso agli interessati di visitare l’Azienda Agricola Scaglia, fornitore della carne utilizzata dall’hamburgheria. Verso le h 19:30 si è svolto il convegno sulle origini di Mac Bun, con Luca Ferrua moderatore, a cui hanno partecipato importanti personalità del territorio e del settore agroalimentare: Andrea Tragaioli (sindaco di Rivoli), Beppe Minello (giornalista), Roberto Moncalvo (Coldiretti), Silvio Barbero (Slow Food), Antonio Biella (soc. Acqua S.Bernardo): ne è emersa la
centralità che riveste la valorizzazione del territorio e i suoi prodotti di qualità e la scelta che l’azienda ha fatto in questo senso fin dalla sua nascita, con l’utilizzo di prodotti a km zero e della filiera corta si è mostrata vincente. La filosofia di Mac Bun consiste infatti nell’utilizzo di prodotti freschi di qualità, senza l’aggiunta di coloranti né conservanti, quindi non serve prodotti surgelati: utilizza carni prodotte dalla vicina Azienda Agricola Scaglia, associata CO.AL.VI, ora gestita da 3 fratelli, che da generazioni cura l’allevamento di bovini di razza piemontese, i Fassoni, con passione secondo metodi naturali e si occupa essa stessa della coltivazione di mais e della produzione del fieno, che vengono utilizzati come mangimi ; anche la macellazione avviene in loco, secondo i disciplinari e sotto il controllo di un veterinario; nella stessa Azienda Agricola vengono allevati anche maiali, galline e conigli; le farine utilizzate per il pane, i formaggi, le verdure, le salse e le bevande, birra e vini, utilizzati da Mac Bun provengono da piccoli produttori artigianali del  territorio. A quello di Rivoli si sono aggiunti negli ultimi anni 2 nuovi locali in Torino, in Via Rattazzi e in Corso Siccardi. Lodevole la scelta fatta da Mac Bun di utilizzare materiali riciclabili, con l’introduzione di stoviglie biocompostabili , con l’intento di ridurre sempre più l’utilizzo della plastica, a tutela dell’ambiente e importante anche l’impegno sociale, a fianco della Ugi Onlus, presente anch’essa all’evento. Grande presenza di pubblico alla serata che è proseguita con il taglio della torta ed il brindisi augurale, dopodichè è partito l’intrattenimento musicale: sul palco si sono esibiti gli artisti dei migliori gruppi musicali emersi dalla selezione dei concorsi Mac Talent, recentemente promossi dallo stesso locale, che hanno scaldato il pubblico. Mac Bun rappresenta un bell’esempio di imprenditorialità creativa che sa unire qualità e continua innovazione e noi e la redazione gli auguriamo i migliori auguri di Buon Compleanno e nuovi successi per il futuro !

_____________________________________________________

Benessere Tour - Terme, Salute & Benessere
IL Progetto Editoriale “Benessere Tour” interviene su una tematica “Terme, Salute & Benessere” particolarmente presente nel mercato turistico nazionale ed estero.



La nuova piattaforma online www.benesseretour.it è
interamente dedicata al turismo del benessere.
Oltre agli aspetti “curativi”, legati all’uso delle acque termali e dei fanghi per una clientela affetta da disagi e problemi fisici, cresce sempre più l’esigenza, da parte di vari strati della popolazione (giovani, donne, uomini) di una “vacanza benessere” in cui dominano i fattori estetici ed antistress, la cura del corpo e della mente, nuovi stili di vita legati ad una alimentazione corretta e salutare ed alla forma fisica.
La nostra Azienda è particolarmente attenta, da oltre quindici anni, alle dinamiche ed ai mutamenti del mercato termale e del benessere e ha creato, per la parte “consumer”, una Rete di Turismo Associato (RTA) particolarmente sensibile ai soggiorni ed alle vacanze termali e wellness.
Abbiamo sempre presente che la propensione del consumatore a cercare la migliore offerta su internet, richiede per ogni Azienda una crescente visibilità sul web e la possibilità di interagire direttamente con il consumatore stesso.
E’ da qui che nasce www.benesseretour.it, una piattaforma online che aiuta le Aziende ad aumentare la propria visibilità in rete, promuovendo il proprio brand e le proprie offerte commerciali e, nel contempo, offrendo ai consumer, singoli e associati, l’opportunità di conoscere, scegliere, comprare direttamente dall’Azienda, senza alcuna intermediazione.
All’interno della piattaforma ogni Azienda che decide di inserirsi può:Avere un proprio spazio aziendale di presentazione con testi e foto scelti autonomamente.
Inserire proprie OFFERTE commerciali che verranno posizionate nel proprio spazio aziendale e in Home Page, rinnovabili alla loro scadenza temporale.
Vedere le proprie offerte commerciali canalizzate, il primo ed il quindici di ogni mese, tramite newsletter, alla ns Rete di Turismo Associato, composta da oltre 4.200 Buyer dell’associazionismo italiano.
Vedere aumentato il traffico online sul proprio sito aziendale.
Avere contatti diretti, senza alcuna intermediazione, con Buyer professionali e Consumer.
Avere un articolo promozionale sul nostro Blog del Benessere che verrà da noi inserito anche sulla pagina Facebook di Benesseretour
Partecipare al “Benesseretour Workshop” di sabato 16 novembre 2019 a Bologna.
La sezione di maggiore importanza per la commercializzazione è certamente quella dell’inserimento e della canalizzazione delle Offerte Aziendali.
Il funzionamento si basa su un concetto di “funnel marketing”. L’operazione porterà l’utente che riceve e vede l’offerta ad arrivare al sito della Azienda proponente, aumentando le possibilità di una sua prenotazione/richiesta informazioni, generando traffico sul sito Aziendale, curiosando anche oltre l’offerta presentata. L’utente di www.benesseretour.it, sia che visiti il sito per gli articoli del blog, sia che lo faccia per la sezione “Località Termali” o “Hotel, SPA e Centri termali”, sia perché immediatamente interessato alle “Offerte”, verrà veicolato proprio verso questa sezione ed il sito dell’Azienda proponente l’offerta.
I punti di forza di questo sistema sono:
La canalizzazione delle “Offerte” alla RTA – Rete Turismo Associato, permette anche a chi non va sulla piattaforma, di conoscere le Offerte Aziendali tramite mail e/o social.
Tramite il “social media marketing” anche gli utenti individuali verranno a conoscere le Offerte commerciali aziendali e entrare in contatto con le Aziende proponenti.
L’utente viene informato dell’offerta completa e quindi conosce già periodo, prezzo e servizi.
Non ci sono costi di intermediazione per gli utenti e per la struttura.
Chi riceve e apre l’Offerta commerciale va direttamente sul sito dell’Azienda proponente, con possibilità, da parte dell’utente, di prenotare direttamente o lasciare i dati per chiedere informazioni.
Aumento di traffico sul sito della Azienda proponente, con una riduzione dei tempi di ricerca dell’utente e con sviluppo di relazioni dirette.
Centri Termali, Hotel, SPA, Beauty Farm, Centri Benessere, Aziende della Cosmesi e del Food, Territori, potranno trovare una opportunità di visibilità plurima su più strumenti, ma, anche, sviluppare una innovativa attività di promotion e commercializzazione attraverso strumenti interattivi ed attività social.
PROMOTOUR DI NICOLA UCCI con sede legale in Via Riva di Reno, 6 e uffici operativi in Piazza F.D. Roosevelt, 4 - 40122 Bologna - BENESSERE TOUR
Piazza F.D. Roosevelt, 4 – 40121 | BOLOGNA
Telefono:+39 051 0560261
Mobile: +39 333 2903692
E-mail: info@benesseretour.it
_____________________________________________________

NOTIZIE-NEWS- ‎S.4596 del 31 ‎Agosto ‎2019 Villanova D'Asti (AT)
LA CITTA’ DELLA BIONDA - FESTEGGIA IL PATRONO SAN ISIDORO
nasce come centro agricolo e zootecnico. E' sito nel cuore della fertile pianura che collega la collina torinese a quella astigiana


PHOTO GALLERY
tot.foto 104

Fotografato: Maria Anna Butere,Villanova D'Asti,Chiesa dei Batù,Chiesa Confraternita dell'Annunziata
Municipio Villanova d'asti,chiesa di S.Martino,Bruno Toniolo,Bionda di Villanova,Starlights


Nella città di Villanova D’Asti, che conta circa 6000 abitanti, l’economia è prevalentemente agricola: è molto sviluppata la coltivazione dei cereali; particolare importanza riveste l’allevamento zootecnico, tipico quello della gallina bionda piemontese o Bionda di Villanova: si tratta di una razza ovaiola, ma molto apprezzata anche per la sua carne, resistente, che ben si adatta all’allevamento a terra. E’ grazie alla vicinanza della stazione ferroviaria e del casello autostradale che la città ha potuto conoscere anche uno sviluppo di tipo industriale. La Festa Patronale dedicata a San Isidoro è cominciata venerdì 30 agosto 2019 e proseguirà fino a lunedì 2 settembre : nella centrale piazza Supponito, fra la chiesa di San Pietro e la Torre Civica, è stato allestito lo stand della Pro Loco, capace di c.a 200 coperti, che sabato sera sotto l’organizzazione del presidente Bruno Toniolo, coadiuvato da Maria Anna Butera tesoriera,titolare di un'impresa di pulizie ad Asti, e da attivisti e volontari molto attivi, hanno servito la Grigliata di fine estate di pesce e carne ed altri gustosi piatti. Dalle h 21:30 è cominciato l’intrattenimento musicale sul palco della stessa piazza: in una scenografia surreale di luci laser ed effetti speciali si è esibito il gruppo degli Starlights , che ha proposto dal vivo, con vera passione, celebri brani della disco-dance degli anni 70, 80, 90, sino a quelli contemporanei: bravissimi i cantanti Chiara e Federico, che a un certo momento sono anche scesi dal palco, per coinvolgere maggiormente il pubblico, e molto bravi i 3 musicisti del quintetto che li accompagnava. Nel pomeriggio si era svolto l’evento ColorRunMe ed era stato aperto il Banco di beneficenza presso la Confraternita dei Batù, antica chiesa ricca di affreschi, ora sconsacrata. I festeggiamenti proseguiranno domenica 1 settembre con la rituale benedizione dei buoi e l'incanto del cappello a cui farà seguito la Corsa del Carro con i buoi e alle ore 13 ci sarà il pranzo presso la Tensostruttura della Pro Loco. L’ultimo giorno, lunedì 2 settembre, sarà ricco di eventi: nel pomeriggio ci sarà la Caccia al tesoro per le vie del paese e dopo la cena la serata danzante con l'Orchestra di Sonia De Castelli; poi alle ore 22:00 ci sarà esibizione di Danza del Ventre di Franca Anbar Sciolla, e alle ore 22:30 l’elezione di Miss&Mister e Lady Villanova d'Asti; un Grandioso Spettacolo Pirotecnico a tempo di musica concluderà i festeggiamenti: vi invitiamo quindi a partecipare numerosi! La fondazione della città di Villanova D’Asti risale al 1248; le chiese principali sono San Pietro, Sant'Isidoro, San Martino e il Santuario della Beata Vergine delle Grazie,che non si capisce perchè sono chiuse in una festa patronale della città, celebre per l'Infiorata dell'ultima domenica di luglio, quando lungo il viale di accesso vengono realizzate immagini religiose con petali di fiori.

______________________________________________________
NOTIZIE-NEWS- ‎S.4595 del 25 ‎agosto ‎2019
Villastellone, cittadina a vocazione agricola
della provincia di Torino

SAGRA DEL PESCE – FESTA PATRONALE

DI SAN BARTOLOMEO

Bellissima partecipazione di tutta la comunità

PHOTO GALLERY
tot.foto 78
Fotografato:Cristian Rossetti,Pro Loco Volontari Villastellone,Associazione Agricoltori e Allevatori,Comune Villastellone,Museo Cultura Popolare,Chiesa Borgo Cornalese


.

Dal 24 al 26 agosto 2019 si svolge a Villastellone, cittadina a vocazione agricola della provincia di Torino, una delle feste più importanti dell’anno: la Sagra del Pesce. L’evento trae origine dal passato, quando il pesce era quello di fiume, pescato localmente e si è evoluta offrendo ora anche pesce
di mare: sabato 24 prima delle h19 si era già formata una lunga coda di persone nella Piazza della Libertà, davanti al cancello di via Gennero 5, per attendere l’apertura dei 3 grandi stand gastronomici, allestiti all’interno del palazzo
delle feste, dove gli attivisti della Pro Loco, presieduta da Cristian Rossetti, una ventina, riconoscibili dalla loro t-shirt nera che ha sul davanti l’inconfondibile stemma gialloverde
 col ranocchio, erano già all’opera coadiuvati da almeno 60 volontari, di tutte le età, provenienti da diverse realtà cittadine (centro incontro giovani, gruppo genitori, e altri): ciò rende comprensibile come la manifestazione sia sentita a partecipata dalla intera comunità. Il gustoso menù proponeva dagli spaghetti allo scoglio fino a insalata di mare, anguilla in carpione, fritto di calamari e misto, dessert e sorbetto. Alle h 21, mentre la cena si protraeva per le altre persone che continuavano a sopraggiungere, ha avuto inizio la serata musicale: sul palco allestito sulla Piazza della Libertà, dinanzi al Museo di cultura Popolare e Contadina, si è esibita l’Orchestra spettacolo Battaini proponendo oltre alla musica del ballo liscio tradizionale, anche canzoni revival dagli anni 70 che il
pubblico ha molto gradito, esibendosi in balli di coppia e di gruppo, riempiendo fin da subito il palchetto . Alla prima serata era presente anche il Vice Sindaco Domenico Ristaino, entusiasta del grande successo della festa, che proseguirà domenica 25 e si concluderà lunedì 26 agosto; presenti anche Simone Gili e Luisella Pautasso, della Associazione Agricoltori e Allevatori di Villastellone, che ci hanno ricordato il prossimo appuntamento, la Sagra della Patata, che avrà luogo il 22 settembre 2019; altre feste che si svolgono a Villastellone sono: la Sagra del Panzerotto, il Palio dei Templari, la Sagra dello Spiedino. Le origini della città di Villastellone si fanno risalire al 1200 circa, periodo in cui il comune di Chieri acquistò dai Templari una casa presso il Rio Stellone, attorno il quale sorse successivamente un villaggio fortificato, Villanova di San Martino dello Stellone, poi divenuta Villastellone; degno di nota il castello, di fronte alla Piazza della Libertà, attribuito all'architetto Filippo Juvarra, la cui proprietà e privata; appena fuori dalla città si trova Borgo Cornalese, borgo bellissimo e suggestivo, circondato da un ampio parco, le cui origini risalgono all’anno 1000, composto da 2 corti agricole e dalla bella chiesa della Beata Vergine dei Dolori, in stile neoclassico: questo luogo è stato scelto recentemente come set di una nota fiction televisiva
   _________________________________________

NOTIZIE-NEWS-S.4594 del 17 ‎agosto ‎2019
Il più piccolo comune di pianura della provincia di Torino
ISOLABELLA (TO) - FESTA PATRONALE DI SAN BERNARDO dal 17 al 20 AGOSTO 2019
la sindaca SILVIA COLOMBATTO al suo terzo mandato, svolge con grinta e impegno il suo incarico!!!

Fotografato:FABIO DELLA FERRERA-SILVIA COLOMBATTO - DJ SIMON FINIX - MEL MENZIO -ELENA TANZ-ROBERTO MOLINARO – ISOLABELLA (TO)
PHOTO GALLERY tot.foto 94


 L’attesissima Festa Patronale di SAN BERNARDO a ISOLABELLA, piccola cittadina agricola della provincia di Torino ai confini con l’astigiano, che conta 383 abitanti. Alle h 19:30 sono stati aperti il padiglione gastronomico e lo street-food sulla centrale piazza Cavour, di fronte al Palazzo del Municipio (dove la sindaca, SILVIA COLOMBATTO, svolge con grinta e impegno il suo incarico): è stato piacevole vedere con quanto entusiasmo diverse decine di volontari della Pro-Loco, presieduta da FABIO DELLA FERRERA, giovanissimi e non, si siano attivati per prestare il loro servizio all’evento, sia nelle cucine che nel servizio ai tavoli: a questo proposito c’è da lodare l’organizzazione che si è adoperata per il coinvolgimento di molti ragazzi, inclusione che li rende già protagonisti nella vita della comunità locale. Il menù della serata si è ispirato alla tradizione classica: sono stati serviti gustosi antipasti misti (acciughe al verde, carne cruda di fassone, lingua in salsa, lonza tonnata, tomini in diverse salse) seguiti dagli immancabili agnolotti, al ragù o al burro e salvia, accompagnati da barbera e dolcetto; pesche ripiene e gelato artigianale hanno completato il menù. Verso le h 21 ha avuto inizio l’intrattenimento musicale dedicato ai giovani: dal palco allestito di fronte al campanile, fra giochi di luci ed effetti elettronici, si sono alternati alla consolle, in staffetta fra di loro, prima DJ SIMON FINIX, poi la bella e brava ELENA TANZ, e infine il più atteso, il famoso DJ ROBERTO MOLINARO , che con la loro musica ispirata alla Techno degli anni 90 hanno acceso i giovani, circa settecento, che hanno gremito la piazza ed hanno cominciato a ballare: i cocktail e i panini serviti dallo street-food hanno fatto da cornice alla ‘discoteca’: la prima serata è stata un successo. La festa proseguirà domenica 18 (quando lo stand gastronomico servirà per cena il Fritto di Pesce e la serata musicale proporrà l’orchestra di liscio LUIGI GALLIA); lunedì 19 (con menù Fritto Misto alla Isolabellese e l’orchestra di LORIS GALLO)e si concluderà martedì 20 (sempre con menù Fritto Misto alla Isolabellese e la musica dell’orchestra GIULIANO E I BARONI: e allora non ci resta che augurare buon appetito e buon divertimento a tutti!
 

______________________________________________________

NOTIZIE-NEWS- S.4593 del 10 Agosto 2019
Città di Santena (TO) – Festa Patronale di San Lorenzo all’insegna della semplicità e della tradizione

PHOTO GALLERY tot.foto 43
Fotografato: Don Beppe Zorzan,Piero e Gianni, Fabio Grollino, Orchestra Luca Panama, Ugo Baldi, Lidia Pollone, Paolo Romano, Giovanni Le Donne








SANTENA, città a vocazione agricola, famosa per la produzione degli asparagi, conta circa 10.000 abitanti: vanta la bellissima Chiesa in stile neobarocco dedicata ai Santi Pietro e Paolo e sono sul suo territorio Villa Cavour e il Castello dei Cavour. Ieri, sabato 10 agosto, si sono svolti i festeggiamenti in onore del patrono, San Lorenzo, organizzati dalla Pro Loco in collaborazione con il Comune di Santena, con la Parrocchia Santi Pietro e Paolo ed il circolo San Luigi: i festeggiamenti sono cominciati al mattino con la Santa Messa e la benedizione del pane e delle noci a cui sono seguiti la processione e il saluto del Sindaco; alle h 20 presso il cortile dell’attrezzatissimo oratorio San Luigi, messo a disposizione per l’occasione il parroco Don Beppe Zorzan , è stata organizzata la tradizionale cena di San Lorenzo, cui hanno aderito circa 200 persone: Piero, Gianni e con loro alcune decine di volontari della Pro-Loco, sorta due anni fa e presieduta da Fabio Grollino, si sono prodigati affinchè l’evento riuscisse nel migliore dei modi, dalla preparazione dei cibi fino al servizio ai tavoli. La serata è stata allietata dalla musica della instancabile Orchestra Luca Panama,ai balli si sono scatenati altre 200 persone con musica di ogni generi. Verso le ore 23:30 il cielo è stato illuminato dal lancio delle Lanterne volanti, a cui hanno partecipato con passione grandi e piccini. La partecipazione dei cittadini è stata numerosa ed erano presenti oltre al sindaco, Ugo Baldi, anche altre cariche dell’amministrazione, come gli assessori Lidia Pollone, Paolo Romano, il consigliere Giovanni Le Donne e altri. La serata, all’insegna della semplicità e della tradizione, si è rivelata Conviviale e divertente.Nel territorio di Santena, com’è noto, esiste il
complesso Cavouriano, costituito dalla tomba di Cavour, dal museo cavouriano, dal castello Cavour e dal parco monumentale. La tomba è stata dichiarata monumento nazionale ed è tutelata, assieme a tutto il complesso, dalla Fondazione Cavour. Il nostro Comune è diventato centro di turismo e di cultura storica fin dai tempi di Italia ’61 e la sua valenza turistica e culturale è aumentata costantemente negli anni. Ne fanno fede i convegni tenuti in Santena dalla Fondazione Cavour, le iniziative e le manifestazioni organizzate dall’Associazione Amici della Fondazione Cavour di Santena, tra le quali si segnala, ogni anno (il 6 giugno), la commemorazione ufficiale della scomparsa di Camillo Benso di Cavour. Inoltre sono di rilievo le mostre e le visite guidate ai luoghi cavouriani, promosse dalla predetta Associazione.Da molti anni la nostra cittadina è meta costante di numerosi turisti, grazie ad una serie di iniziative di successo:
- il maggio santenese, con una serie nutrita di eventi gastronomici, culturali, sportivi
- pedalate ecologiche
- raduni di camperisti
- mostre culturali, concerti in piazza e nella chiesa monumentale, ecc.
- la celebrazione religiosa relativa al culto dei Santi Cosma e Damiano, che ogni anno a settembre riversa in Santena migliaia di persone, di origine calabrese e non.
                           Gian


  __________________________________________________

NOTIZIE-NEWS-S.4592 del 1Agosto ‎2019 Apertura Consolato d'Austria aTorino
Due popoli per una Europa migliore!

PHOTO GALLERY tot.foto 17
Fotografato: Marcello Marzano,Wolfgang Spadinger,Fabrizio Ricca,Andrea Tronzano,Federico Menzio,Gudrun Hager,Cesar Jordan Palomino
Claudio Limontini,Massimo Demaria







L'Austria ha una nuova sede di rappresentanza ed un nuovo Console sotto la Mole. Austria e Piemonte; una storia fitta di relazioni internazionali che non sono venute meno neppure nel periodo del Risorgimento dove le due "potenze" hanno vissuto momenti di tensione ed antagonismi. Tuttavia i proficui rapporti dinastici tra le Case Reali e le interazioni delle imprese, delle due aree, ricche di distretti industriali, sono state fondamentali per le attuali dichiarazioni di cooperazione tra macroregioni europee.
Per ribadire questo ultimo aspetto, l'Austria ha voluto riaprire dopo un anno, circa, una sede consolare situata in corso Francia 11 a Torino presso lo studio del nuovo, Console onorario del Piemonte e della Valle d'Aosta: l'avvocato Massimo Demaria. Giovane professionista del capoluogo piemontese che dichiara: "sono entusiasta di questa nuova opportunità di servizio alla comunità austriaca e penso di mettermi subito al lavoro per incentivare lo sviluppo commerciale, gli scambi culturali ed i flussi turistici". Hanno preso la parola durante il ricevimento il Console generale dell'Austria di Milano, Wolfgang Spadinger e

 Gudrun Hager, Console commerciale austriaco in Italia. Cerimoniere della serata è stato Marcello Marzano che ha portato i saluti alle autorità presenti in sala. Tra gli altri, sono intervenuti: Tronzano (Assessore regionale), Ricca (assessore regionale), Cesar Jordan Palomino (Decano Corpo Consolare e Console Perù), Badini Confalonieri (Console Portogallo), Pellegrino (Console Jugoslavia) e Cavallo (Console Filippine). Il 1 agosto nelle sale dell'hotel Ac è nato un nuovo corso per i rapporti bilaterali tra Torino ed Innsbruck, infatti il Console Demaria ha ricordato dopo gli incoraggianti dati economici, che vedono l'Italia come secondo partner commerciale dell'Austria, la significativa intesa politica e programmatica dei due Paesi così come dichiarato di recente dal vice presidente del consiglio italiano Matteo Salvini.  
                        Stepio

  _________________________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4590 dal 21-29 ‎luglio ‎2019
Una bella vacanza tra Emila Romagna,Umbria e San Marino

PHOTO GALLERY tot.foto 151
 










CITTA' di CATTOLICA: la città è al confine fra Romagna e Marche e grazie alle moderne strutture ricettive e organizzative è divenuta da tempo un centro balneare turistico di richiamo internazionale, anche grazie alle spiagge di sabbia finissima e i fondali bassi. Inoltre le fontane danzanti, le isole pedonali, l’arena e l’Acquario sono solo alcune delle recenti realizzazioni che rendono attrattiva la città, insieme a spettacoli e manifestazioni. La cucina, apprezzata in tutto il mondo, offre menù variegati che vanno dalle specialità marinare a base di pesce, vongole e cozze, ai prodotti di terra delle vicine colline, carni e le immancabili paste caserecce, tagliatelle, ravioli, cappelletti, accompagnate dai buoni vini locali, Albana, Trebbiano, Sangiovese. La particolare posizione geografica della città rende agevoli innumerevoli escursioni verso località di interesse storico e culturale, che si trovano a breve distanza: FANO, PESARO, URBINO, SAN MARINO, SAN LEO, GRADARA.MUSEO DELLA REGINA : Il museo si trova presso l’antico Ospedale dei Pellegrini, che risale al 1584 e si compone di 2 sezioni: la Sezione Archeologica (sita al 1° piano) e la Sezione Marineria (situata al 2°piano).Nella Sezione Archeologica sono esposti materiali rinvenuti nel corso di scavi nella ex Piazza del Mercato Ortofrutticolo e successivamente in quelli di casa Filippini-De Nicolo’ risalenti all’epoca romana: Lucerne,anfore,ceramiche,boccali,monete, parecchi in discreto stato di conservazione, che accreditano l’ipotesi che la città di CATTOLICA, trovandosi a metà del percorso fra RIMINI e PESARO, sulla Via Flaminia, possa essere sorta attorno ad una ‘Mansio’, cioè una antica stazione per la sosta di uomini e di animali; anche i resti murari tuttora visibili ne sarebbero testimonianza. Altre anfore e boccali derivano invece da ritrovamenti in mare; curiosa la stele in pietra visibile all’ingresso, recentemente ritrovata, sulla cui origine non vi sono dati certi. Il piano superiore è invece dedicato alla Marineria Adriatica, con particolare riferimento a CATTOLICA : qui è possibile vedere modelli e parti di imbarcazioni da pesca con i relativi strumenti e attrezzature: reti,motori, particolare trattazione è riservata alle vele: forma, colore e araldica che le riconduce alle famiglie di appartenenza della barca; è possibile vedere riassunte le fasi di progettazione e costruzione delle imbarcazioni; viene inoltre dato spazio all’aspetto sociale e religioso della vita dei marinai e delle loro famiglie. Il museo è di notevole interesse e merita una visita.THE SHOW CATTOLICA dopo il successo di RICCIONE della estate scorsa approda quest’anno a CATTOLICA il Musical Viaggiante ideato da MATTIA GUIDI sotto la direzione artistica di ELENA RONCHIETTI: si tratta di un format Americano, rivisitato dalla The Show Production, dove gli spettatori, a bordo di un treno turistico, assistono a spettacoli di ballo e canto in cui gli artisti (5 coppie di ballerini: i ragazzi in divisa da marinaio, le ragazze vestite con dei bellissimi abiti anni ’60) si esibiscono durante ciascuna delle 6 tappe. Alla partenza del trenino in piazza 1° Maggio si è svolto il primo spettacolo, sulle note del celebre ‘Surfin Usa’ dei Beach Boys e di un mambo, dopodichè il trenino si è avviato verso il porto, dove lo spettacolo ha avuto come scenografia la grande rosa dei venti sulla piazza, per poi dirigersi verso il palazzo del Municipio, dove l’esibizione, davanti alla bellissima fontana, ha reso prima un omaggio a Mina sulle note di ‘Tintarella di Luna’ e poi durante una tappa successiva a Domenico Modugno, sulle note di ‘Meraviglioso’; l’instancabile cicerone ANDREA, microfono alla mano, ha narrato durante tutto il percorso storie e miti sulla città di CATTOLICA ed ha intrattenuto il pubblico con una serie di quiz a premi; una breve sosta davanti allo storico locale ‘CARLETTO’ per una degustazione di birra offerta e poi all’interno del piazzale dell’Acquario, per una degustazione della tipica Piadina Romagnola, e il trenino si è diretto verso Piazzale Nettuno, dove lo SHOW ha raggiunto il clou concludendosi con la più spettacolare delle esibizioni, dove le ballerine(GIADA,GIULIA,NICOLE,VANESSA e VINCENZA)hanno anche indossato degli elegantissimi costumi da bagno. Lo spettacolo è veramente entusiasmante, unico nel suo genere e lo consigliamo vivamente. Complimenti agli organizzatori e agli artisti!
ESCURSIONE IN BARCA CON IL CUTTER KONTIKY a bordo del Cutter KONTIKY, per una delle escursioni giornaliere lungo il litorale Romagnolo-Marchigiano: è un veliero di 13 metri e della capienza di circa 40 persone, spinto da un motore di 150 cavalli, con cui i giovani skipper ANDREA e ALESSANDRO, gente di mare da generazioni, svolgono con passione escursioni per allietare i turisti, si parte dalla spiaggia dei Bagni 86/87/88 per un tour sottocosta in direzione di Pesaro: oltepassata la foce del fiume Tavollo, che delimita il confine fra le regioni Emilia-Romagna e Marche, abbiamo potuto ammirare il Parco Nazionale del Monte San Bartolo: caratteristiche la spiaggia sassosa della Baia Vallugola e le pareti a strapiombo delle falesie; il tragitto è stato allietato da una sosta, per poter fare il bagno, e da una graditissima merenda a base di ciambella e bevande, offerta a tutti. E’ stata una interessante e bella esperienza che consigliamo ai turisti, per provare un po’ di refrigerio e per avere modo di socializzare con gli altri partecipanti, oltre che come rimedio alla monotonia della vacanza da spiaggia.
URBINO – PALAZZO DUCALE: il palazzo fu realizzato nel XV secolo dal Duca di Urbino, Federico da Montefeltro e ospita al suo interno la Galleria Nazionale delle Marche in cui sono esposte numerose opere d'arte del rinascimento: al primo e secondo piano sono esposti dipinti, affreschi, legni intarsiati, arazzi e sculture. Fra i più importanti capolavori la Flagellazione di Cristo e la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca, la Città Ideale di Leon Battista Alberti, ‘la Muta’ di
Raffaello, la Resurrezione e l'Ultima Cena di Tiziano.
LA REPUBBLICA DI SAN MARINO

San Marino è una delle più antiche repubbliche del mondo ed è "l’unica città-Stato che sussiste, rappresentando una tappa importante dello sviluppo dei modelli democratici in Europa e in tutto il mondo" (Dichiarazione di valore universale eccezionale del Comitato del patrimonio mondiale UNESCO del 7 luglio 2008). "San Marino e il Monte Titano costituiscono una testimonianza eccezionale dell’istituzione di una democrazia rappresentativa fondata sull’autonomia civica e l’autogoverno, avendo esercitato con una continuità unica e senza interruzione il ruolo di capitale di una repubblica indipendente dal XIII secolo. San Marino è una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale vivente che perdura da settecento anni". La Repubblica di San Marino è uno stato con istituzioni peculiari. Le più alte cariche dello stato sono: i Capitani Reggenti, ovvero i Capi dello Stato. Sono due ed esercitano il potere collegialmente. Restano in carica solo sei mesi. L'investitura dei Capitani Reggenti avviene il 1 aprile e il 1 ottobre di ogni anno; il potere legislativo è esercitato dal Consiglio Grande e Generale,  (parlamento), composto di 60 membri eletti a suffragio universale diretto ogni cinque anni con sistema proporzionale; il Congresso di Stato, organo esecutivo formato da 9 Segretari di Stato eletti tra i membri del Consiglio Grande e Generale           
                                                Gian

   _______________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4580 del 29 ‎giugno ‎2019 Il Prof. Michele Rosboch al Centro Culturale San Francesco a Moncalieri (TO)

PHOTO GALLERY tot.foto 16





Il Centro Culturale San Francesco del Carlo Alberto è una associazione costituita nel 1998 da padre Antonio Maria Bianchi, rettore del Real Collegio, e un gruppo di amici, per non dissipare il patrimonio di cultura e tradizione profuso dai Barnabiti nel territorio di Moncalieri (TO) Nella certezza che la fede è una esperienza umana, capace di rispondere alle attese e alle domande degli uomini del nostro tempo e di generare
cultura e aggregazione, il Centro Culturale nel corso degli anni è
diventato luogo e occasione di incontri e testimonianze.
Sviluppando l’amicizia creativa degli esordi, si è trasformato in una associazione di volontariato che realizza molte iniziative culturali quali mostre, rappresentazioni teatrali, conferenze, dibattiti, presentazioni di libri, momenti conviviali.
La serata di sabato 29 giugno 2019, prima della sospensione estiva,nella sede del Centro Culturale, via Real Collegio 28, Moncalieri, Michele Rosboch, professore di storia del diritto italiano ed europeo presso l’Università degli Studi di Torino, dipartimento di giurisprudenza, ha tenuto una conferenza dal titolo “ In compagnia di san Benedetto: le radici di una nuova Europa”.Benedetto da Norcia, uomo di Dio, uomo di pace, santo protettore dell’Europa, è il fondatore del monachesimo occidentale che ha dato origine allo sviluppo e alla costruzione della civiltà e della cultura europea. In un mondo stravolto da barbari, crisi

di valori e decadenza Benedetto e i suoi monaci, con la regola “ora et labora”, hanno edificato presidi di preghiera e lavoro nei luoghi più devastati e incolti dell’Europa. Con la preghiera, la vita e l’esempio hanno suscitato, gradualmente, una nuova unità spirituale e culturale, avendo ben chiari i bisogni dell’uomo.
Oggi è più che mai urgente e necessario che l’Europa, in crisi e alla

 ricerca della propria identità, si rinnovi attingendo alle proprie radici cristiane.L’incontro, molto partecipato, si è concluso con un momento conviviale.


  ______________________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4573 del 16-19 Giugno ‎2019 Assisi-Cascia (PG)
SLOW WAY FESTIVAL e BTRI – Borsa Turismo Religioso Internazionale

PHOTO GALLERY tot.foto 293


PHOTO GALLERY Panoramiche tot.foto 3













La Borsa del Turismo Religioso Internazionale - BTRI, ideata da Nicola Ucci, è ormai giunta alla sua quinta edizione e si è svolta nell’ambito dello SLOW WAY FESTIVAL di Assisi, inaugurato domenica 16 giugno presso l’antico Palazzo Monte Frumentario di Assisi, alla presenza del sindaco della Città Stefania Proietti e di autorità locali regionali.Nicola Ucci, professionista con oltre 30 anni di esperienza nel campo turistico, è Amministratore Unico e Direttore Generale di Rete System srl, società Leader in Italia nel campo dei servizi promo-commerciali per il turismo.
L’obiettivo del format BTRI è quello di offrire una opportunità di incontro tra i vari attori del mercato turistico, buyer e seller, ovvero: associazioni, tour operator, agenzie di viaggio, da una parte; strutture ricettive, alberghiere, dell’arte e servizi dall’altra, affinchè si possano unire le eccellenze professionali e culturali del turismo; il momento cardine dell’evento è stato appunto il Workshop turistico BTRI svoltosi nei giorni di lunedì e martedì che ha visto circa 50 buyer, locali e non solo, prendere contatto con un gran numero di seller intervenuti: un successo.
L’evento ha avuto come cornice un’area espositiva riservata gli Enti e alle Associazioni, allestita nello stesso Palazzo Monte Frumentario, dove si sono anche svolte diverse Tavole Rotonde con ospiti, fra le quali: ‘L’Europa dei cammini. Le migliori esperienze a confronto’ e ‘Camminare è salute’: tema dell’evento era appunto ‘IL CAMMINO’, inteso sia come Pellegrinaggio religioso verso i luoghi di culto, con riferimento alle mete classiche (Santiago di Compostela, le vie Francigena e Romea) , ma inteso da alcuni come percorso non prettamente di fede,
che può essere associato allo sport, con il fine di raggiungere il benessere psico-fisico oppure inteso da altri come percorso alla scoperta del patrimonio storico e artistico piuttosto che culturale ed enogastronomico; sono intervenuti sul tema esperti, medici ed anche camminatori che hanno voluto divulgare la loro esperienza personale, come lo scrittore Fabrizio Ardito.
Il Responsabile Ufficio Turismo del Comune di Assisi, Dr. Giulio Proietti, ha poi presentato i dati del Progetto Turistico della Città di Assisi, ricordando che grazie a 13 siti la città di Assisi dall’anno 2000 è stata inserita nel Patrimonio mondiale dell’UNESCO; ha riferito che il movimento turistico tende ad aumentare rispetto all’anno precedente ed ha sottolineato come Assisi sia trainante per il turismo in Umbria, essendo la prima città quanto a presenze turistiche nella regione (21%); è stata inoltre sottolineata l’importanza della Tassa di Soggiorno introdotta dal 01/01/2018 che ha permesso di realizzare importanti introiti da poter destinare a cultura e turismo.
ISNART e Vaticano.com hanno presentato l’analisi dei dati emersi dai loro studi su quelli che sono ‘I grandi numeri del turismo’ con lo scopo di poter meglio individuare dare risposte alla domanda turistica.
La città di Assisi, la Basilica Papale di San Francesco, quella di Santa Maria degli Angeli e gli altri luoghi francescani, con la quasi totalità del territorio comunale, costituiscono un sito inserito nella lista del Patrimonio Mondiale. L’iscrizione,
avvenuta nell’anno 2000, si basa sul riconoscimento di una unicità di “paesaggio culturale” composto di beni materiali e immateriali.A margine dell’evento si è svolto il Press Tour “Assisi città delle acque e di luoghi segreti: vivi l’esperienza e cammina con noi”, interessante passeggiata lungo le vie della città, con la guida della Proloco di Assisi, con cui è stato possibile visitare il Duomo di Santa Maria Maggiore, Santa Chiara, San Rufino e la parte alta della città di Assisi.Nei giorni del Festival abbiamo avuto modo di visitare varie strutture alberghiere e ristoranti di Assisi e di apprezzarne l’alta qualità e le peculiarità, luoghi indimenticabili, fra questi:
Hotel Fontebella è una struttura a 4 stelle situato in posizione ideale a Assisi.
Fontebella Palace Hotel di Universo srl Via Fontebella 25 , 06081 – ASSISI – PG – Italy email : info@fontebella.com telefono + 39 075 812883 + 39 075 812977
Ristorante Il Frantoio, Via Fontebella, 25 - 06081 Assisi (PG) tel.075 812242 Il cuore gastronomico di Assisi, sorge in pieno centro storico, avvolto dalla bellezza e dalla storia della città-santuario che si erge intorno come la cornice di un affresco
Hotel Giotto,4 stelle nel centro di Assisi,gode di una posizione strategica che domina la vallata umbra dispone di ristorante panoramico, spa e centro
convegni.Il luogo ideale per visitare Assisi! Via Fontebella, 41 – 06081 Assisi (Pg)tel. +39 075.812209 – fax +39 075.816479 info@hotelgiottoassisi.it
Hotel Cenacolo, 4 stelle. Sin dal primo momento l’atmosfera che si respira, entrando all’Hotel Cenacolo Assisi, è di un mondo a parte, fatto di cose semplici e preziose, dove l’ospitalità alberghiera incontra la tradizione francescana, in questa meravigliosa città della pace, Assisi, per vivere forti emozioni.Viale Patrono d'Italia, 70 , 06081 Assisi (Italia) Tel.: +39 075 80 41 083 Fax: +39 075 80 40 552 Email: info@hotelcenacolo.com Cascia (653 m s.l.m.), la città di Santa Rita, sorge sul colle di Sant’Agostino, antico castello di pendio, lambito dalle acque del fiume Corno. Il millenario evolversi della storia, della cultura e della società restano impresse nel territorio come segni indelebili, a testimonianza del passato illustre della città. All’ingresso di Cascia lo scorcio è suggestivo.
inoltre durante il Press Tour a CASCIA abbiamo visitato le modernissime strutture turistico –alberghiere-sportive:
Hotel Monte Meraviglia,Via Roma, 15, 06043 Cascia (PG)

 Telefono: 397 4376142 Situato vicino a Chiesa di Santa Maria della Visitazione, Hotel Monte Meraviglia offre le camere con una vista sul giardino. L'hotel ha a disposizione 134 camere moderne. Questo hotel a 3 stelle offre trasferimento in aeroporto, servizio navetta gratuito e servizio in camera per agio degli ospiti.Hotel La Reggia Sporting Center, un paradiso immerso nel verde, per gli amanti della natura, dello sport e del relax. Il nostro staff , sempre pronto a soddisfare ogni vostro desiderio, vi regalerà momenti indimenticabili. Inoltre a disposizione della clientela:26 camere deluxe , ristorante ,centro benessere, palestra, piscina esterna, parcheggio privato esterno Ristorante La Reggia: Telefono +39 0743 76142Hotel La Reggia : Telefono +39 0743 76142 email: info@magrelli.com Ringraziamenti particolari sono andati a Elena Angeletti, Presidente Discover Assisi Convention Bureau, organizzatore Slow Way Festival, a Erminia Casadei, Direttore Artistico, e a Tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento.Il festival è stato organizzato da Rete Assisi Turismo+, Discover Assisi Convention Bureau, in collaborazione con Rete System Srl e con il patrocinio e la partecipazione della Regione Umbria, del Comune di Assisi, ENIT, Federalberghi Umbria, Fiavet e
Sviluppumbria. Sono luoghi bellissimi da visitare e trascorrere dei momenti di preghiera e svago,ottime vacanze.
                              Gian
  _________________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4567 del ‎8 ‎giugno ‎2019 Banco Alimentare a Moncalieri in prov. di Torino
per festeggiare il Trentennale in Italia

PHOTO GALLERY tot.foto 17




Perché Compagni di Banco “Compagni di Banco” è il grande evento nato per celebrare i trent’anni di Banco Alimentare in Italia, anni animati dall’incontro con migliaia di persone, volontari e operatori attivi nei differenti ruoli nella filiera alimentare; nell’incontro con l’esperienza di Banco Alimentare, essi hanno cambiato il loro atteggiamento nei confronti dello spreco e mutato il loro sguardo sulla realtà dei poveri, perseguendo spesso nuovi comportamenti e diventando loro stessi promotori di innovazione aziendale in risposta a questi fenomeni. L’incontro con i “Compagni di Banco” avverrà in circa 30 località italiane, piazze, magazzini BA, teatri, dove transiteranno i furgoni con le insegne di Banco Alimentare e si svolgeranno feste, open-day, convegni spettacoli, momenti celebrativi.
Banco Alimentare IN NUMERI RISULTATI PIEMONTE Nella nostra regione, il Banco Alimentare del Piemonte sostiene e aiuta, tramite l’azione di 586 Strutture Caritative a cui vengono distribuiti i generi alimentari raccolti, 106.424 persone in difficoltà, attraverso l’impegno quotidiano di 187 volontari che hanno reso possibile nel 2018 la distribuzione di 7.650 tonnellate di prodotti alimentari.
Un modo per festeggiare la nostra Associazione che è nata da un incontro ed è cresciuta, un incontro dopo l’altro, creando una storia lunga 30 anni fatta di persone, amicizie, speranza, e vita. Perché non sono le parole a cambiare il mondo e nemmeno le promesse. Il mondo è cambiato dalle persone e dai gesti che compiono.

               Gian
   ______________________________________
NOTIZIE-NEWS S.4559 del 30 ‎maggio ‎2019
De Wan nella piazza più di Torino
France.fr a Torino, da De Wan

PHOTO GALLERY tot.foto 17






Un gran bell’evento, quello che Atout France ha organizzato a Torino in uno scenario speciale: il centralissimo negozio De Wan, da oltre 60 anni nome eccellente della bigiotteria, pelletteria e accessori di classe. A fare da trait d’union fra l’Ente per il Turismo Francese e la Maison De Wan è stato Leonardo, il genio di cui ricorre quest’anno il Cinquecentenario dalla morte.
A Torino, come è noto, è custodito l’unico Autoritratto del Maestro, ora esposto ai Musei Reali. insieme a disegni e al Codice del Volo, nella grande mostra Leonardo, disegnare il futuro. Fra questi disegni, la “Testa di fanciulla”, studio per l’angelo della Vergine delle Rocce, definito dallo storico dell’arte americano Bernard Berenson “ il disegno più bello del mondo”.
La Maison De Wan, grazie alla prestigiosa collaborazione con i Musei Reali ha ottenuto dai Musei Reali, ha potuto riprodurre il disegno in una serie di splendidi foulard in seta –in edizione limitata- e in una borsa esclusiva, creata apposta per celebrare Leonardo.
E in Francia Leonardo ha vissuto gli ultimi tre anni della vita, al castello del Clos Lucé, nella Valle della Loira, al servizio del re Francesco I ed è sepolto nel vicino al Castello Reale di Amboise.
Quale occasione migliore per celebrare un Leonardo italiano-e-francese insieme?

  ______________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4560 pulite del 30 ‎maggio ‎2019 FV Frangivento al Mauto

Frangivento Asfanè è la prima hypercar full electric italiana, prodotta interamente a mano in italia.

PHOTO GALLERY tot.foto 54




La casa automobilistica FV Frangivento ha presento in anteprima mondiale al MAUTO - Museo Nazionale dell’Automobile di Torino il primo esemplare di ASFANÈ DIECIDIECI che poi raggiungerà, domenica 2 giugno, l’Ambasciata d’Italia di Montecarlo, in occasione della festa della Repubblica Italiana, su richiesta dell’Ambasciatore Cristiano Gallo. L’auto sarà mostrata al Principe Alberto II di Monaco e ai più importanti nomi dell’imprenditoria. Sviluppata dai fondatori del brand Giorgio Pirolo e Paolo Mancini, la FV Frangivento ASFANÈ DIECIDIECI è il primo prototipo di produzione, evoluzione del concept presentato al Salone di Torino 2016 come anticipatore della propulsione ibrida e elettrica ad alte prestazioni su una piattaforma tutta italiana, in sfida ai grandi marchi dell’industria automobilistica mondiale. Il nome Asfanè è composto di tre termini del dialetto piemontese “as” “fa” “nen”, cioè “non si fa”, una provocazione che allude all’aver reso possibile un concept apparentemente impossibile. L’aggiunta di “DieciDieci” si riferisce invece alla potenza complessiva di 1010 cavalli fornita dal propulsore turbo benzina e dai due motori elettrici.
CUORE, TESTA, MANI."CASA Frangivento è la nostra sede operativa.Dove si sogna, si disegna, si inventa, si costruisce.
Uno sguardo verso il futuro. Una sfida tutta italiana, che dopo 100 anni di storia ci permetterà di traghettare nel nuovo secolo dell'auto ecosostenibile tutta la nostra esperienza manifatturiera."
Paolo Mancini, Giorgio Pirolo

______________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4556 del 25 ‎maggio ‎2019 Hoas Sfilata Moda OGR di Torino
THE FASHION SHOW a TORINO


CARLO PIGNATELLI UN GRANDE STILISTA TORINESE E INTERNAZIONALE


PHOTO GALLERY tot.foto 30

Si è conclusa ieri sera presso le OGR di Torino, nota location torinese, la kermesse della moda HOAS – History Of A Style. In quattro giorni, a cominciare da mercoledì 22, sono stati protagonisti i brand : Eleventy, Bagutta, Tom Rebl, e l’evento si è concluso ieri sera con la sfilata degli eleganti abiti di Carlo Pignatelli, con la presentazione di Cristina Chiabotto; Carlo Pignatelli da 50 anni si dedica alla sartoria da cerimonia e la sua griffe è nota in tutto il mondo.Torino quindi protagonista della moda e dello stile artigianale Made in Italy. Erano presenti anche tante celebrità della moda e dello spettacolo e la serata si è conclusa con un bellissimo party; lunghe file all’ingesso ma, a causa dei posti limitati, non tutti hanno potuto accedere per assistere alla manifestazione.
Carlo Pignatelli nasce a Latiano in provincia di Brindisi nel 1944. La sua griffe è nota nel mondo soprattutto per i suoi abiti maschili da cerimonia. Sono 50 gli anni che scandiscono la storia del designer iniziata presso laboratori sartoriali prestigiosi da cui apprese l'arte della sartoria. Lo stile sartoriale lo contraddistingue da sempre in maniera inequivocabile sin dalle prime collezioni uomo e donna legate alla cerimonia. E' proprio nel settore della Cerimonia e degli sposi che il designer opera una "rivoluzione". La sua creatività ed il suo continuo bisogno di evoluzione lo hanno portato a ridisegnare le forme e i contenuti stilistici di un comparto moda tanto legato alle tradizioni.
 Il 1993 è l'anno in cui per la prima volta la griffe torinese solca le passerelle dell'allora Milano Collezioni Uomo. Il successo inducono la sartoria a razionalizzare il ciclo produttivo trasportando sull'impostazione artigianale alcune tecniche industriali. A Torino sede attuale della Carlo Pignatelli SPA lo stilista supportato da uno staff progetta tutte le collezioni la cui prototipia è realizzata interamente dalla sartoria. Tutt'oggi quest'ultima confeziona per i personaggi dello spettacolo e per i più esigenti abiti su misura.
______________________________________

NOTIZIE-NEWS- ‎S.4553 del 18 ‎maggio ‎2019
MASTER OF MAGIC alla  Reggia di Venaria


PHOTO GALLERY
tot.foto 31

LO SPETTACOLO DI MAGIA
Più GRANDE DEL MONDO
La convention approda a TORINO

La città più Magica del mondo!
Dopo il grande successo ottenuto a Torino con gli spettacoli di Natale, di Capodanno e del Guinness World Records, la città ha fortemente voluto che il congresso magico venisse ospitato a Torino!!!
La reggia di Venaria Reale è un meraviglioso e scenografico complesso, già teatro della storia Italiana e ora teatro della più grande Convention magica! Sia la convention che lo spettacolo si terranno all'interno della reggia, resterai sorpreso perchè una Convention così non esiste in tutto il mondo.Alla Reggia di Venaria più di 1500 prestigiatori provenienti da 40 nazioni per 100 ore ininterrotte di spettacoli e illusioni.

Ospite d’eccezione Marco Tempest, il mago della NASA,e per la prima volta a Torino il “Campionato del mondo di Street Magic”La Masters of Magic World Convention, che dalla prima edizione ha ospitato importanti maghi come David Copperfield, Dynamo, David Blaine e Ciryl Takayama, quest’anno vedrà la partecipazione straordinaria di Marco Tempest, l’illusionista americano che grazie alla sua creatività è stato assunto dalla NASA per collaborare a un nuovo  approccio per le missioni spaziali.L’evento è realizzato grazie al contributo di Regione Piemonte, Città di orino e della Camera di commercio di Torino, con il patrocinio del Comune di Venaria Reale, in collaborazione con VisitPiemonte e Fondazione Piemonte dal Vivo e con il supporto di Turismo Torino e Provincia Convention Bureau e del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude.A rendere unico questa iniziativa sarà in particolare l’apertura per la prima volta al pubblico di “babbani” - i non maghi - del congresso. Nell’epoca della condivisione online e della trasparenza, il punto di forza di un mago non è più il segreto, ma è l’emozione che crea.“È per me un grande onore e una grande soddisfazione portare questo evento a Torino e in Piemonte, e trovo sia una naturale conseguenza che si tenga proprio qui nella capitale mondiale della magia - dichiara Walter Rolfo, presidente di Masters of Magic -Nella mia città, Torino, la convention può crescere ancora e trasformarsi in vero e proprio festival culturale dedicato alle famiglie: per questo abbiamo programmato conferenze,incontri, spettacoli nei diversi angoli della città: perché tutti possano respirare un momento di straordinaria magia e viverne sempre di più anno dopo anno.
______________________________________
NOTIZIE-NEWS- ‎S.4545 del 1 Maggio 2019 A Torino, presso Conservatorio, la cerimonia di consegna delle Stelle al merito del lavoro 2019

PHOTO GALLERY pagina 1

PHOTO GALLERY pagina 2

PHOTO GALLERY pagina 3

PHOTO GALLERY pagina 4

PHOTO GALLERY pagina 5

PHOTO GALLERY pagina 6

PHOTO GALLERY pagina 7

PHOTO GALLERY pagina 8

PHOTO GALLERY pagina 9

tot.foto 2500
 Se alcune foto sono un po scure non preoccupatevi,in fase di stampa o file saranno schiarite ( perfette)


 ________________________________________________________
NOTIZIE-NEWS  9 Marzo 2019

FIORELLA MANNOIA
Esce il 29 MARZO il nuovo album di inediti
“PERSONALE”
anticipato in radio dal singolo
“IL PESO DEL CORAGGIO”
E… si aggiungono nuovi appuntamenti estivi al “PERSONALETOUR”

Queste le date di “PERSONALE TOUR”, prodotto e organizzato da Friends & Partners:
7 maggio - FIRENZE - Teatro Verdi
8 maggio - PARMA - Teatro Regio
11 maggio - TORINO - Auditorium Del Lingotto
12 maggio - BRESCIA - Gran Teatro Morato
14 maggio - MILANO - Teatro Degli Arcimboldi
15 maggio - BOLOGNA - Europauditorium
17 maggio - TRIESTE - Teatro Rossetti
18 maggio - PADOVA - Gran Teatro Geox
20 maggio - CESENA - Nuovo Teatro Carisport
23 maggio - ROMA - Auditorium Parco della Musica
25 maggio - BARI - Teatro Team
27 maggio - NAPOLI - Teatro Augusteo
5 ottobre - TORINO - Teatro Colosseo
_________________________________________

NOTIZIE-NEWS S.4540 del ‎24 ‎aprile ‎2019 Lovers Film Festival Gay

PHOTO GALLERY tot.foto 10



Si è appena concluso il 34° Lovers Film Festival – Torino LGBTQI Visions (24-28 aprile 2019) che ha visto un aumento del 30% degli incassi – pari a 26.323,30 € a fronte dei 20.450,00 € indicati nel bilancio previsionale della manifestazione – e un + 30% di afflusso in sala.
Piena soddisfazione per questo dato del presidente del Museo Nazionale del Cinema Sergio Toffetti, della direttrice alla fine del suo mandato triennale Irene Dionisio e di Giovanni Minerba, fondatore della rassegna e attuale consulente scientifico.
Il 34° Lovers Film Festival ha potuto contare sulla partecipazione di ospiti di fama internazionale come Helmut Berger, Serra Yilmaz, Asia Argento, Giancarlo Giannini, Alba Rohrwacher, Monica Guerritore, Arturo Brachetti, Piera Detassis, Pino Strabioli, Neri Marcoré, Iaia Forte, CarolynChristov Bakargiev e molti altri.Importante l'apporto al festival anche di molte personalità legate al mondo LGBTQI come Franco Grillini.Globalmente soddisfacenti tutti i dati che attestano che Lovers è una manifestazione in crescita e sempre più amata dal pubblico.
da ricordareTorino Pride 15 giugno 2019

  ______________________________________

NOTIZIE-NEWS- S.4503 del 3 marzo 2019
JUST THE WOMAN I AM


PHOTO GALLERY tot.foto 72




JUST THE WOMAN I AM, chiamato anche Torino Donna, è l’evento di sport, cultura, benessere e socialità a sostegno della ricerca universitaria organizzato in occasione dell’8 marzo.Lo sport universitario è ancora una volta in prima linea con lo scopo di comunicare i propri valori formativi, di strumento di prevenzione e salvaguardia della salute dell’individuo e soprattutto, grazie alla propria componente aggregativa, di sensibilizzare l’opinione pubblica diventando veicolo di cultura a sostegno dell’eliminazione della violenza di genere.L’evento ha visto oltre 80.000 presenze in piazza San Carlo e 16.000 partenti alla corsa non competitiva e camminata di 6 chilometri. Il traguardo per questa edizione: 20.000 iscritti alla corsa/camminata
______________________________________

 




NOTIZIE-NEWS- ‎S.4492 del ‎8 ‎febbraio ‎2019 FINDOMESTIC al Circolo dei lettori di Torino

PHOTO GALLERY tot.foto 9

Osservatorio dei Consumi 2019
LO SCENARIO ECONOMICO I CONSUMI DELLE FAMIGLIE ITALIANE

Nel 2018 la ripresa della spesa delle famiglie italiane è proseguita attenuandosi. In base ai dati di Contabilità Trimestrale dell’Istat, nel secondo trimestre del 2018 i consumi hanno rallentato il passo in termini congiunturali, in un quadro di incertezza politica alimentata dai tempi resisi necessari per la formazione del nuovo governo. Le informazioni quali-quantitative per la seconda parte dell’anno indicano una prosecuzione della crescita dei consumi, ma a ritmi relativamente moderati, che potrebbe tradursi in un incremento in media d’anno dello 0,8% in volume e del 2% in valore, in rallentamento rispetto agli elevati incrementi registrati nel biennio 2016-’17. Nel 2018, pur in presenza di una positiva dinamica del mercato del lavoro e di un rafforzamento dei redditi (sostenuto dagli aumenti retributivi connessi al rinnovo dei contratti del pubblico impiego e dalle misure di politica di bilancio volte al sostegno dei redditi delle famiglie con figli e al contrasto della povertà), il clima di incertezza e gli effetti dell’instabilità dei mercati finanziari sulla componente finanziaria della ricchezza (prevista in calo del 2.7% in termini reali) manterranno caute le decisioni di spesa delle famiglie. L’evoluzione dei consumi delle famiglie prevista per il 2018 risulterebbe inferiore a quella del potere di acquisto, riflettendo quindi un incremento della propensione al risparmio, che si era attestata nel 2017 su livelli relativamente bassi e assai inferiori a quelli del decennio scorso.








NOTIZIE-NEWS- S.4490 del ‎4 ‎febbraio ‎2019 Capodanno Cinese al Golden Palace
FENAIC – Federazione Nazionale Italia Cina
PHOTO GALLERY tot.foto 86

La FENAIC – Federazione Nazionale Italia Cina – è un’associazione culturale che ha finalità sociali ed umanitarie e gli associati condividono un impegno concreto sia dal punto di vista morale che sociale. L’associazione non ha scopi di lucro. Si propone di sviluppare l’amicizia e la solidarietà tra il Popolo italiano e quello cinese, la conoscenza della cultura, gli usi e costumi per una più approfondita conoscenza della cultura dei due popoli. Favorisce l’estensione di attività culturali, sportive, ricreative ed incentiva forme consortili tra le associazioni e le altre organizzazioni democratiche. Sviluppa, anche tramite collaborazioni con altri Enti o associazioni in Italia o all’estero, iniziative intese a promuovere e sviluppare principi di solidarietà e di partecipazione democratica alla vita sociale, alla promozione socio-culturale di ogni espressione artistica.
Nell'immagine i due fondatori, Giovanni Firera e Shaogang Paolo Hu.
5 Febbraio si festeggerà il Capodanno Cinese 2019, con l’entrata ufficiale nell’anno della Cane. Denominata anche Festa di Primavera, questa ricorrenza è molto sentita dalle comunità cinesi di tutto il mondo che festeggiano in Cina e non solo, l’entrata nel nuovo anno. Il calendario a cui fanno riferimento è quello lunisolare nel quale i mesi iniziano in contemporanea con ogni novilunio, proprio per questo la data del Capodanno non è mai la stessa e può variare anche di 29 giorni. Solitamente coincide con la seconda luna nuova subito dopo il solstizio d’inverno, fra il 21 gennaio e il 19 febbraio.
A ogni anno corrisponde un animale. Il 2018 è stato l’anno del Cane, mentre quello che inizia sarà l’anno del Maiale.
Secondo la mitologia cinese la Festa di Primavera avrebbe avuto origine dal mostro Nian che ogni anno strisciava fuori dalla sua tana per uccidere e spaventare gli umani. L’unico modo per allontanarlo era quello di spaventarlo con tanto rumore e il colore rosso, da qui la tradizione di festeggiare con fuochi d’artificio e una sfilata con drappi rossi e un mostro con la faccia da leone che rappresenta Nian.
Capodanno Cinese
I festeggiamenti di solito durano due settimane e il culmine, i momenti fondamentali di questa festa, scandita da tradizioni ben precise, si raggiunge il primo giorno, con lo spettacolo dei fuochi d’artificio e la sfilata e con la festa delle lanterne, che invece chiude il capodanno.
Durante tutto questo periodo i membri della comunità cinese indossano abiti di colore rosso e si scambiano delle buste dello stesso colore con soldi e piccoli regali, si appendono festoni della fortuna alle finestre e si organizzano cene in cui il piatto principale è il Nian gao, ossia il riso del Capodanno.








NOTIZIE-NEWS-S.4485 del 23 ‎Gennaio ‎2019 La Francia
PHOTO GALLERY tot.foto 37

LA FRANCIA 2019 NOVITA' ED EVENTI
UN ITINERARIO FRA CULTURA,INOVAZIONE E ART DE VIVRE

L’Hotel Turin Palace di Via Sacchi 8 a Torino è stato sontuosa cornice all’evento che apre il 2019 turistico-culturale francese. Organizzato da ATOUT FRANCE nelle persone di Barbara Lovato (Ufficio stampa e PR ATOUT FRANCE) e di Frédéric Meyer (Direttore Italia-Grecia e coordinatore regionale Europa del Sud) ha visto la partecipazione di 30 PARTNERS arrivati da ogni parte della Francia. Le preparate e professionali rappresentanti hanno esposto le offerte qualitative dei loro territori con l’ausilio di supporti digitali, depliants, gadgets, splendide presentazioni video, tutto all’insegna dello slogan che accomuna città, regioni, località aderenti: IL RINASCIMENTO. Questo grande movimento artistico-culturale nato in Italia, e di cui si celebrano i 500 anni in Francia, è simbolicamente rappresentato dalla cruciale data del 1519, anno in cui inizia la costruzione del Castello di Chambord (Valle della Loira), in cui muore al Clos Lucé di Amboise il genio LEONARDO DA VINCI. Nello stesso anno nasce a Firenze CATERINA DE’ MEDICI che sarà una delle più importanti Regine di Francia.
UN NUOVO RINASCIMENTO inteso come nuova spinta propulsiva attraverso INNOVAZIONE E TRASFORMAZIONE, concetti che la Francia ha storicamente sempre espresso con capacità innata. Il futuro promosso da ATOUT FRANCE è INTIMAMENTE LEGATO AL RISPETTO di Storia, Tradizioni, Paesaggi, Città e Natura, Arte e Artigianato, senso dell’accoglienza “alla francese”, caratteristiche che restano cuore pulsante dell'Exagone, come è chiamata familiarmente la Francia per la forma geometrica richiamante l’esagono. Su questi valori fondanti si inserisce l’energia del cambiamento: architetture e musei, castelli e centri storici, percorsi culturali e naturali, recupero ambientale, hotel e strutture di accoglienza, centri shopping, sistemi di trasporto… L’offerta è molto variegata e di alto livello qualitativo nei settori dell’enogastronomia, territorio, artigianato, accoglienza complessiva in città e luoghi storici rinomatissimi o da ri-scoprire alla luce dello slogan che ha fatto da linea-guida all’importante evento.
                                 continua a leggere





NOTIZIE-NEWS- ‎‎S.4482 del 15 ‎gennaio ‎2019 Conferenza Stampa A&T Unione Industriale

13a EDIZIONE | 13-15 FEBBRAIO 2019
LA FIERA DEDICATA A INDUSTRIA 4.0, MISURE E PROVE,
ROBOTICA, TECNOLOGIE INNOVATIVE
TORINO, OVAL LINGOTTO FIERE

PHOTO GALLERY
tot.foto 42


Fotografato: Dario Gallina,Luciano Malgaroli,Giuliana Mattiazzo,Laura Milani,Lamberto Mancini


Industria 4.0: non solo iperammortamento
Vieni ad A&T 2019
Il 60% delle aziende italiane ha avviato progetti 4.0, nella maggior parte dei casi acquistando
tecnologie di produzione tramite l’iper-super ammortamento.
Il passo successivo è l’integrazione dei sistemi di produzione e la formazione del capitale umano.
Il Comitato Scientifico di A&T sta lavorando per realizzare un progetto innovativo,
il Programma Uomo-4.0, dedicato a imprenditori, manager e tecnici industriali.
Innovazione e concretezza
A&T è il luogo ideale per conoscere, testare e valutare le tecnologie industriali innovative, avvicinare l’eccellenza della ricerca applicata ai processi e alla produzione, capire in pratica quali sono i “percorsi” per accrescere le competenze ed essere più competitivi sul mercato.
Esponi ad A&T 2019
Se stai cercando un evento che dia un forte impulso alla tua attività, A&T offre vantaggi esclusivi e imperdibili
Esporre ad A&T è un ottimo investimento, come ha dichiarato il 91% delle società espositrici.
A&T è la fiera di riferimento per Industria 4.0 e Affidabilità dei prodotti: qui trovi tutte le risposte utili alla tua azienda, in un contesto professionale e non dispersivo
Il team di A&T offre un’assistenza a 360° grazie alla quale ogni espositore è sempre seguito e aiutato sia nella preparazione dell'evento sia nel successivo follow up: le persone per noi sono importanti
A&T ha mantenuto un costante trend di crescita, nell’ultima edizione si sono registrati più di 14.000 visitatori profilati (+20%), per la maggior parte decisori aziendali e responsabili tecnici di aziende
Durante l’edizione 2018 dell'evento è stato proposto un Percorso formativo 4.0, un programma di 40 eventi che ha visto la partecipazione di oltre 3.000 persone.





NOTIZIE-NEWS-S.4481 del 14 ‎gennaio ‎2019 Formaggio Robiola di Roccaverano
PHOTO GALLERY 40

Fotografato: Fabrizio Garbarino,Giorgio Ferrero,Fabio Vergellano,Filippo Mobrici,Roberto Arru,Mario Busso

La DOP del Roccaverano fa 40
La Denominazione d'Origine Protetta(DOP) del Roccaverano festeggia i suoi 40 anni e per la circostanza sono in programma eventi e manifestazioni con l'obiettivo di celebrare il delizioso formaggio caprino piemontese che di anni ne vanta ben di più.
Già all'epoca dei Celti infatti si produceva un formaggio simile al Roccaverano e altre traccie e riferimenti alla robiola si trovano in epoca romana tant'è che nei suoi scritti lo cita Plinio il vecchio.
Ma per tornare ai giorni nostri, il 14 gennaio al Circolo dei Lettori di Torino è stata presentata l'agenda 2019 degli eventi che ruotano intorno al Roccaverano con un talk show che ha visto l'intervento tra gli altri dell'Assessore all'Agricoltura della Regione Piemonte, Giorgio Ferrero, del Sindaco di Roccaverano Fabio Vergellato.del Presidente del Consorzio di Tutela del Roccaverano Fabrizio Garbarino, del Direttore di Assopiemonte Roberto Arru.
In programma, a fine primavera, l'inaugurazione a Roccaverano di uno Show Room in pza Barbero: un punto per la degustazione e per l'acquisto del prodotto, ma anche una vetrina sull'area di produzione che interessa 10 comuni della Provincia di Asti e 9 della provincia di Alessandria.
Poi nel corso dell'anno il 29 e 30 giugno a Roccaverano la NOSTRA FESTA, una due giorni che da anni fa registrare da anni numeri da record per le presenze di pubblico.
A settembre inoltre il Raccaverano sarà protagonista al Cheese di Bra ed a fine anno ad una manifestazione in programma ad Acqui Terme.
                                                    LC








NOTIZIE-NEWS-S.4464 del 17 Dicembre 2018 Consegna onorificenze Al Merito della Repubblica Italiana al Palazzo dell'Arsenale
Il 17 dicembre a Palazzo dell'Arsenale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana" e di due Medaglie d’Oro
Nell’occasione sono state consegnate due Medaglie d’Oro alla memoria delle Guardie Giurate Giuseppe Antonio Pedio e Sebastiano D’Alleo, vittime del terrorismo.


PHOTO GALLERY pagina 1

PHOTO GALLERY pagina 2

tot.foto 536








NOTIZIE-NEWS- S.4409 del 8 ‎settembre ‎2018 Festa dei 100 anni dalla nascita dell’avvocato Bruno Segre, un partigiano salvo grazie al portasigarette nella tasca del pantalone

PHOTO GALLERY tot.foto 43


Bruno Segre, un testimone eroico del passato, anche quello meno facile del nostro Paese, che da alcune settimane ha spento cento candeline in solenni e festosi banchetti in suo onore. Il primo “obbligo morale” per Segre è quello di tramandare, alle giovani generazioni, l’orrore della guerra e la sciagura delle dittature perché: «A quei giovani era stato impedito di vivere la loro giovinezza, spostati di colpo, tra episodi di violenza e scene di orrore, dall’adolescenza innocente alla consapevolezza desolata della maturità. Vecchi dunque senz’essere stati giovani […]. Se è vero che dopo i quarant’anni, al nostro intimo riappare la vita passata e bruciano in un arrière-goût rimorsi, ingiustizie e sacrifici, cosa diranno, cosa faranno quegli uomini defraudati della loro giovinezza?». È nel settembre del 1944 che il ventiseienne Bruno Segre, antifascista, viene arrestato, per la seconda volta, e recluso prima nella caserma in via Asti, e in seguito, nelle Carceri Nuove. Successivamente nel 1946 racconta la storia della sua prigionia in un memoriale: “Quelli di via Asti”, rimasto inedito, in cui narra di fascisti e partigiani, gente comune, uomini e donne brutali, eroici, solidali, doppiogiochisti.Dal momento che la memoria non va perduta, in quanto costituisce la Storia, dal 3 all’8 settembre 2018 sono stati organizzati alcuni eventi torinesi per celebrare i 100 anni dalla nascita dell’avvocato Bruno Segre, un partigiano che, durante la Seconda Guerra Mondiale, visse due volte il carcere, ma partecipò alla Resistenza, e nel dopoguerra difese l’obiezione di coscienza, i diritti civili e la laicità in ogni sede consentita. Gli appuntamenti principali sono stati uno spettacolo teatrale e una visita ai luoghi della memoria, grazie all’organizzazione del Centro studi Piero Gobetti, in collaborazione con il Consiglio Regionale del Piemonte, la Città di Torino, il Comitato della Regione Piemonte per l’affermazione dei valori della Resistenza, e altri enti. Nato a Torino il 4 settembre 1918,Bruno Segre è attualmente presidente onorario dell’Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”, vicepresidente della Società per la Cremazione di Torino e presidente della Federazione provinciale dell’Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti, dopo aver conosciuto la guerra, il fascismo, il carcere, da giornalista diventa avvocato, partecipando a lotte politiche, legali e culturali. Allievo di Luigi Einaudi, intellettuale che fu, inoltre, uno dei presidenti della Repubblica Italiana, da subito si scontrò con la realtà di essere figlio di un genitore ebreo ai tempi delle leggi razziali fasciste, ragione per la quale non poté esercitare la professione di avvocato. Nel 1943, dopo essere stato arrestato per disfattismo politico, inizia quindi un’esistenza clandestina con la propria famiglia in un piccolo paese del Cuneese. Partecipa alla Resistenza armata, e, finita la guerra, lavora come cronista per alcune testate nazionali. Riprende poi la pratica legale, fonda nel 1949 il mensile “L’incontro”, che compirà 70 anni nell’anno venturo,e diventa poi consigliere degli Ospedali Psichiatrici di Torino, Collegno, Grugliasco, dell’Ordine regionale Piemonte-Valle d’Aosta dei giornalisti e della Federazione Nazionale Stampa Italiana. La sua notorietà, però, è legata allo spirito battagliero, brillante e coraggioso che lo caratterizza da sempre, in favore della difesa del primo obiettore di coscienza in Italia oltre che alla costante lotta politico-legale per il divorzio, nelle strade, nei teatri, nei dibattiti sui giornali, con iniziative eclatanti, come quella organizzata con la Lega Italiana Divorzio in cui furono lanciati volantini dai palchi del Teatro Carignano, a Torino, durante un comizio antidivorzista. Per approfondire la storia umana ed alcuni aspetti inediti del personaggio “Segre” è in libreria: “Non mi sono mai arreso” di Nico Ivaldi (Lupieri Editore). Un manifesto breve ma incisivo del motto dichiarato e vissuto dall’Avvocato Segre: «Bisogna avere il coraggio di lottare per i propri ideali e di dire sempre le cose che si pensano ad alta voce, apertamente, senza tentennamenti». In un momento cruciale per la storia dei nostri territori, del nostro Paese e dell’Europa ci auguriamo che la voce vibrante, il pensiero “critico”, la narrazione del passato e la grinta di questo illustre centenario, possano ancora dare l’adeguato contributo al dibattito pubblico. Un ruolo di “sentinella” al fine di dare manforte: “a tutti gli amici che con me condividono ideali democratici e contrari al razzismo: viva la libertà!”. Questo l’augurio finale, con la solita verve, dell’Avvocato Segre in una festa privata di compleanno al Circolo della Stampa Sporting di Torino
                                Stefano Piovano
          











NOTIZIE-NEWS- ‎S.4420 del 19-24 ‎settembre ‎2018 Salone del Gusto       Terra Madre Lingotto Fiere e Oval

PHOTO GALLERY tot.foto 169


Fotografato: Carlo Petrini,Silvio Barbero,Giuseppe Lavazza,Enrica Onorati,Beppe Grillo,Giorgio Ferrero,Alberto Sacco,Beppino Occelli,Chialvamenta,Parmigiano Reggiano,Lurisia,Nonna Anna

Terra Madre Salone del Gusto torna dal 20 al 24 settembre 2018 a Torino con una nuova formula, ancora una volta destinata a sorprendere. Giunta alla dodicesima edizione, è organizzata da Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte, in collaborazione con il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e il coinvolgimento del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell’ambito delle attività previste per l’anno del cibo italiano.Food for Change Cibo per il cambiamento, ognuno di noi, ogni giorno, sulla nostra tavola, per il futuro della Terra
I formaggi Beppino Occelli
I migliori formaggi di Beppino Occelli nascono da un percorso di evoluzione del gusto e dalla ricerca continua della qualità nelle materie prime, legate profondamente al territorio.
La “via lattea” nasce infatti dalle Langhe, per inoltrarsi nel cuneese fino ai pascoli di Castelmagno e della Valgrana ed infine giungere a Valcasotto.
La passione di Beppino Occelli per le tradizioni casearie locali, abbinata alla sua grande creatività ha prodotto un’ampia varietà di formaggi (freschi, semistagionati, stagionati, al tartufo, erborinati, gran riserva e d.o.p); una vastissima scelta di prodotti, molto apprezzati dai gourmet per la loro qualità
Beppino Occelli I Formaggi S.R.L.
Via Santa Libera, 14a, 12087 Pamparato CN Telefono: 0174 351135
Nonna Anna
attenta, appassionata e innovatrice delle tradizioni enogastronomiche Picentine, è la madre di Samuele Elia, titolare dell’azienda Nonna Anna che propone come primo prodotto “Monna”, liquore al finocchietto selvatico fresco dei Monti Picentini.
L’albero del logo di “Nonna Anna” è la riproduzione del particolare di un dipinto presente nel convento San Francesco a Giffoni Valle Piana, luogo natio della stessa Nonna Anna e, per questo, luogo carico di ricordi e simbolico di radici ben salde nella memoria.
ChialvaMenta
Olio Essenziale di Menta piperita di Pancalieri (TO)
Dalle coltivazioni Chialva la migliore materia prima, seguita direttamente in Azienda lungo tutta la filiera produttiva, dall'impianto alle diverse fasi di
lavorazione.
CACIOCAVALLO DI CIMINA'
Ciminà è un comune di 700 abitanti della Locride, il cui territorio ricade nel Parco Nazionale dell’Aspromonte. Il caciocavallo si produce in questa zona da tempi immemorabili. Nella Grecìa calabra, così viene definita l’area ellenofona che fa capo genericamente alla Bovesia, molti nomi di località hanno radici nella Grecia antica: il nome stesso di Ciminà deriva dal greco kyminà, ovvero luogo dove abbonda il cumino selvatico o ciminaia.
Parmigiano Reggiano
Come si fa il Parmigiano Reggiano
Per ogni forma di Parmigiano Reggiano sono necessari circa 600 litri di latte.
Il Parmigiano Reggiano racchiude in sé un viaggio unico e straordinario lungo nove secoli, che si compie ancora oggi negli stessi luoghi con la stessa tecnica, per regalarti un inimitabile emozione
Il Parmigiano Reggiano si fa oggi con gli stessi ingredienti di nove secoli fa, negli stessi luoghi, con gli stessi sapienti gesti rituali.







NOTIZIE-NEWS- S.4418 del 15 ‎settembre ‎2018 TORNEO DEI BORGHI - Il GRILLO D’ORO- Città di Candiolo

PHOTO GALLERY tot.foto 45


Comune di Candiolo (TO)
Indirizzo: Via Ugo Foscolo 4 - Candiolo (TO)segreteria@comune.candiolo.torino.it
PEC: comune.candiolo.to@cert.legalmail.it
Centralino: 011-9934800

Informazioni Generali
Famiglie: 2346
Superficie territoriale: 11,9 kmq
Altitudine: 237 m s.l.m.
Tipo di territorio: Pianura
Densità abitanti: 473,36 Ab./kmq
Denominazione abitanti: Candiolesi
Distanza: 14 Km da Torino
Mercato: Venerdì
Festa Patronale: San Giovanni Battista
Comuni limitrofi: Vinovo,Nichelino,Orbassano e None

Il Grillo d’Oro
 48° Edizione a Candiolo (Torino)
Michele Franco, Responsabile artistico dello storico Concorso d’Arte nato nel 1968, illustra le novità di quest’anno
Tutto parte nel 1968, con la felice intuizione colma di amore per l’Arte di Alina Simonis, pittrice candiolese non più vivente, che il Sindaco Stefano Boccardo ha ricordato con parole di affetto e gratitudine.Quest’anno, oltre al coinvolgimento di Mauro Villata, con due sezioni di Lavori di durata massima 15’, a tema libero e il Cine Art Contest, con corti di massimo 5’, senza l’uso della parola, e derivati da reinterpretazione di opere d’arte.
«Il “Cine Art Contest” è stato pensato e realizzato con un team di iscritti alla Facoltà di Ingegneria del Cinema del Politecnico di Torino.La serata conclusiva del “Cine Art Contest” si terrà sabato 22 settembre presso l’Aula Magna della scuola media, dotata di modernissimo sistema di videoproiezione e generoso schermo.
Michele Franco: “Voglio sinceramente ringraziare l’Amministrazione di Candiolo per la fiducia che mi ha dato. Amo profondamente il vasto settore dell’Arte, dove mi sono sempre “speso”, e in questo contesto è particolarmente importante l’incarico che ho ricevuto di occuparmi dello storico e ben noto Concorso di Pittura del “Grillo d’Oro”. Posso dire di aver lavorato in perfetta sintonia e sinergia con Amministratori e Dipendenti del Comune di Candiolo tra cui l’Assessore Teresa Fiume, la Signora Luciana Bosticco e il Signor Sindaco Stefano Boccardo, tutti insieme siamo stati una bella squadra che non ha mai, sottolineo il mai, perso di vista l’obiettivo finale: rendere sempre più attraente e importante il “Grillo d’Oro”, storico Concorso d’Arte, inserito in un più ampio contesto di valorizzazione di Candiolo e del suo ampio territorio».TORNEO DEI BORGHI 2018
PREMIO FINALE DEL COMUNE DI CANDIOLO AL BORGO VINCITORE
L’Amministrazione Comunale ha deciso con delibera della Giunta Comunale n° 121 del 31 agosto 2018 di attribuire al borgo vincitore il corrispettivo in opere o iniziative dell’equivalente di 5.000 euro.
I partecipanti al torneo del borgo vincitore potranno scegliere come investire il premio sul territorio in lavori pubblici, legati alla mobilità e viabilità, oppure in realizzazione di interventi relativi ad aree verdi e di arredo urbano. Questi progetti saranno individuati direttamente dai cittadini del borgo attraverso una votazione e avranno carattere vincolante per l’amministrazione.
Questa forma di premio rappresenta una forma nuova e innovativa che vuole promuovere il processo di partecipazione dei cittadini alla vita amministrativa del proprio territorio. Quale occasione migliore se non il Torneo dei Borghi?
L’Amministrazione Comunale











NOTIZIE-NEWS- S.4412 del 14 ‎settembre ‎2018 – I 140 della Venchi cioccolatoto alle OGR di Torino

PHOTO GALLERY tot.foto 66
Fotografato: Chiara Appendino,Oscar Farinetti,Matteo Renzi,Daniele Ferrero,Giovanni Quaglia,Giovanni Battista Mantelli


Venchi: cioccolato dal 1878
Passione per il cioccolato e attenta selezione delle migliori materie prime ci contraddistinguono da quando, nel 1878, Silviano Venchi aprì il suo Atelier a Torino, culla della tradizione cioccolatiera italiana. Ogni giorno diamo vita a nuove creazioni, che vanno ad arricchire l’ampia gamma dei nostri prodotti. Puoi scegliere fra golosi cioccolatini della tradizione e ricette più esotiche e innovative, tavolette in vari gusti e formati, cremose barrette Gianduja, creme spalmabili dal sapore unico e blocchetti da utilizzare anche in cucina. Che tu sia un amante del cioccolato fondente, del Gianduja del cioccolato al latte o del nostro Chocolight senza zuccheri aggiunti, trovare l’idea regalo adatta alle tue esigenze diventerà un piacere. Per celebrare i momenti speciali, affidati alle eleganti scatole di cioccolatini assortiti e alle raffinate confezioni regalo in varie misure. Da condividere o gustare da soli.
La nocciola Piemonte I.G.P. e il gianduja
La nocciola Piemonte Tonda Gentile I.G.P., simbolo per eccellenza del nostro territorio, è un ingrediente primario della produzione Venchi. Selezioniamo con cura le nocciole una ad una, le tostiamo e suddividiamo in base al peso e alla grandezza, in modo tale da poterle utilizzare al meglio: intere nei nostri cioccolatini e nelle tavolette, oppure in pasta nel nostro rinomato gianduja.
Il perfetto matrimonio di cioccolato e nocciola viene declinato in tante varianti: c’è la storica nougatine con nocciole triturate e caramellate; il cremino 1878 della tradizione a tre strati di gianduja e la sua versione fondente; il prendivoglia con nocciole intere; il tartufino lavorato a freddo e il giandujotto declinato nella variante classica al latte, al fondente e ripiena.
La storia del gelato
Il culto per il gelato in Italia può essere paragonato, per importanza, solo a quello della pasta. “Andare a prendere il gelato” per gli italiani è un rito quotidiano – soprattutto nei caldi pomeriggi o nelle sere d’estate – e un piacere da condividere con la famiglia e gli amici. Da dessert elitario presso la corte fiorentina de’ Medici nel Cinquecento a successo planetario grazie alla sua rapida diffusione in Europa e Stati Uniti, il gelato ha sempre riscosso il consenso di personaggi illustri e gente comune per il suo gusto semplice, pulito, universale.
Il gelato Venchi nasce sulla scia di questa tradizione secolare, riprendendo e celebrando la natura genuina, artigianale e conviviale di uno dei prodotti italiani d’eccellenza più amati al mondo. Prodotto fresco ogni giorno utilizzando il meglio che la natura ha da offrire, il gelato Venchi è un piacere da gustare in qualsiasi momento dell’anno, nelle sue declinazioni classiche e nelle proposte più sorprendenti e inedite.


 














NOTIZIE-NEWS- S.4408 del ‎18 ‎agosto ‎2018 Festa patronale San Bernardo a Isolabella (TO) Cibo, giochi, musica e commemorazioni,quattro giorni dal 18 al 21 Agosto 2018 di eventi per il più piccolo comune della pianura della provincia di Torino
per festeggiare il suo patrono San Bernardo.

PHOTO GALLERY tot.foto 73
Fotografato: Silvia Colombatto,Mel Menzio, Don Giorgio Mangalath,Il Banbino Gesù di Praga,Parrocchia San Bernardo


Festa patronale San Bernardo a Isolabella (TO)
Cibo, giochi, musica e commemorazioni,quattro giorni dal 18 al 21 Agosto 2018 di eventi per il più piccolo comune della pianura della provincia di Torino
più piccolo comune della pianura della provincia di Torino, Isolabella per 4 giorni festeggia il suo patrono San Bernardo. Tutta la comunità (381 abitanti), dal sindaco Silvia Colombatto ai ragazzi; dal commercialista o giornalista in ferie ai più anziani, si tira su le maniche e dà il proprio apporto personale, facendo ciò che è capace, per rendere possibile, ma soprattutto bello l'unico evento che avviene in questo operoso paese, dove tutto ruota intorno all'agricoltura, fatta con sistemi e tecnologie all'avanguardia e ad una produzione di eccellenza nel campo dei salumi
L'attiva Proloco si è presa l'impegno di organizzare una grande festa, che inizierà sabato 18 agosto e si concluderà martedi 21 agosto. Ci saranno solenni celebrazioni religiose (lunedi 20 agosto processione della statua del santo per le vie del paese, che per l'occasione avranno un particolare allestimento) ma soprattutto tante occasioni di festa per adulti, bambini e famiglie che vivono in nei centri limitrofi. Tutti gli elementi delle tradizionali sagre agresti saranno presenti, soprattutto il ballo a palchetto e la buona e sana cucina piemontese.

Questo il programma della festa
Sabato 18 agosto
dalle 19 apertura padiglione enogastronomico con antipasti (con i pregiati salumi Rosa), agnolotti, dolci, ma la regina sarà la Gran Grigliata di carne.
Dalle 21,30 searata danzante con orchestra Liscio Simpatia
Dalle 24 Serata giovane con Dj Set e Cocktail di Mezzanotte
Domenica 19 agosto
Alle 15 Dolcemente...insieme con appassionante Gara delle Torte; seguiranno giochi e animazione per i bambini.
dalle 19 apertura padiglione enogastronomico con antipasti (con i pregiati salumi Rosa), agnolotti, dolci, ma la regina sarà la Gran Grigliata di carne.
Dalle 21,30 searata danzante con orchestra Le Nostre Valli
Lunedi 20 agosto
Alle 10,30 celebrazione religiosa nella parrocchia San Bernardo, con rievocazione della figura del patrono e solenne processione per le strade di Isolabella.
Alle 12 brindisi in onore del Patrono per tutti gli isolabellesi, offerto dalla Proloco.
dalle 19 apertura padiglione enogastronomico con antipasti (con i pregiati salumi Rosa), agnolotti, dolci, ma l'assoluto protagonista sarà il Fritto Misto alla isolabellese, una ghiotta variante di quello piemontese.
Dalle 21,30 searata danzante con orchestra di Lella Blu

Martedi 21 agosto
Gran finale delle celebrazioni patronali
dalle 19 apertura padiglione enogastronomico con antipasti (con i pregiati salumi Rosa), agnolotti, dolci, ma l'assoluto protagonista sarà ancora il Fritto Misto alla isolabellese,
Dalle 21,30 searata danzante con orchestra Giuliano e i Baroni.
Per tutta la durata dei festeggiamenti saranno in funzione il Luna Park, con i tradzionali divertimenti, il Banco di Beneficenza. Facilità di parcheggio in un ampia area creata per dare il benvenuto agli ospiti, che potranno anche aggiudicarsi graditi doni, complilando un simgolare Questionario del Gradimento.
Partecupare è un'ottima idea per gli ultimi giorni di vacanza; non partecipare sarà un'occasione persa.








NOTIZIE-NEWS- S.4404 del 22 -29 Luglio 2018 Cesenatico-Ravenna Fotografato:Cesenatico, Museo della Marineria,San Giacomo,monumento Pantani,Ravenna,Domus dei Tappeti di Pietra
PHOTO GALLERY tot.foto 111
Fotografato:Cesenatico, Museo della Marineria,San Giacomo,monumento Pantani,Ravenna,Domus dei Tappeti di Pietra

Cenni di storia Il territorio circostante all’attuale Cesenatico fu sede di insediamenti già a partire dall’epoca romana, come mostrano i numerosi ritrovamenti di reperti e i resti di una fornace, attiva fin dal II° secolo a.C. Il cuore di Cesenatico è costituito dal Porto Canale, che nel 1502 fu oggetto anche di un rilievo e di una veduta da parte di Leonardo da Vinci, su incarico di Cesare Borgia. Lungo il porto vi sono monumenti e luoghi di rilievo: piazza Pisacane con il monumento a Giuseppe Garibaldi, la pescheria, dei primi anni del Novecento, la suggestiva piazza delle Conserve, i resti delle originarie banchine con le palafitte.
Decisamente particolare il Museo della Marineria di Cesenatico, anche perché unico in Italia (e tra i pochissimi nel mondo) che alle raccolte esposte dentro al padiglione della Sezione a Terra affianca una Sezione Galleggiante con undici barche in acqua complete di vele che in estate vengono issate giornalmente, e una Sezione Navigante con tre barche mantenute operative per conservare anche il “patrimonio intangibile” delle antiche pratiche di navigazione.
RAVENNA Domus dei Tappeti di Pietra
La Domus dei Tappeti di Pietra è uno dei più importanti siti archeologici italiani scoperti negli ultimi decenni. Inaugurata dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nell’ottobre del 2002, è stata insignita del Premio Bell’Italia 2004 e del Premio Francovich 2017.Collocata all’interno della settecentesca Chiesa di Santa Eufemia, in un vasto ambiente sotterraneo situato a circa 3 metri sotto il livello stradale, è costituita da 14 ambienti pavimentati con mosaici policromi e marmi appartenenti ad un edificio privato bizantino del V-VI secolo.

HOTELS consigliati dal nostro Giornale
Hotel Laura
Viale Anita Garibaldi, 17 -
47042 Cesenatico (Fc)
Tel. +39 0547/80516 - Fax +39 0547/1956441
E-mail: info@laurahotel.it


Hotel Raffaello
Via Melozzo da Forlì, 39 - 47042 Valverde di Cesenatico (Fc)
- Tel. +39 0547/86262 - Fax +39 0547/1956441
E-mail: info@h-raffaello.com


Club Vacanze In
Viale Italia, 316 - 48015 Pinarella di Cervia (RA) Prenotazioni
 Tel. 0547-80516
Fax prenotazioni 0547-1956441








NOTIZIE-NEWS- ‎S.4397 del 5 ‎luglio ‎2018 Tennis TROFEO MA-BO
IL GRANDE TENNIS A TORINO -NORD TENNIS SPORT CLUB


Fotografato: Giancarlo Davide,Giovanni Maria Ferraris,Paolo Bosca,Roberto Bertellino

SABATO 7 LUGLIO VIA ALL’11° TROFEO MA-BO AL NORD TENNIS TORINO
Tutto pronto al Nord Tennis Sport Club di Torino per l’inizio dell’11° Trofeo Ma-Bo, 25.000 $ ITF femminile che rappresenta ormai un classico del movimento nazionale. Sabato 7 luglio prenderà il via il tabellone delle qualificazioni, che proseguirà domenica 8 luglio e lunedì (in mattinata) 9 luglio per decretare i nomi delle 8 giocatrici che entreranno nel main draw.

Nella stessa giornata di lunedì 9 luglio scatteranno anche i primi incontri del tabellone principale che si concluderà come fa tradizione con la finale sabato 14 luglio a partire dalle ore 11. Venerdì 13, invece, attorno alle 17, la finale del tabellone di doppio. Questa mattina la presentazione, presso la sede del circolo (corso Appio Claudio 116 a Torino) alla presenza dell’assessore allo sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris, del presidente Fit Piemonte Giancarlo Davide, del presidente del circolo Luca Politi, del direttore di torneo Barbara Garbaccio e di Paolo Bosca, amministratore unico di Ma-Bo.
“Una rassegna – sottolinea il direttore del torneo Barbara Garbaccio – che fotografa la continuità organizzativa del nostro circolo, da sempre in primo piano per quanto concerne la proposta di appuntamenti internazionali di buon livello. Le giocatrici hanno dimostrato negli anni di apprezzare quanto abbiamo fatto e cerchiamo costantemente di fare per offrire loro le migliori condizioni per esprimersi. Nelle prime 10 stagioni nel Ma-Bo ci siamo impegnati per curare il dettaglio e da alcuni anni abbiamo anche fatto il salto di qualità portando il montepremi a 25.000 $. Lo spettacolo sarà come sempre tutto da vivere e invitiamo ad assistere alle gare tutti quanti, soci e appassionati, amano il tennis e lo sport in genere. L’ingresso sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione.
Tra i servizi offerti, anche in questo caso si tratta di una replica da tutti attesa, quella della Scuola di osteopatia con il suo professionale staff a disposizione delle giocatrici e del pubblico”. Il torneo avrà un sito dedicato che verrà aggiornato in tempo reale, con fotografie, testi e video. “Un plauso agli organizzatori – ha precisato Giovanni Maria Ferraris – per l’investimento continuo e la promozione che hanno sempre fatto del tennis anche attraverso questo torneo. La Regione è sempre vicina a realtà come questa e spero che anche il comune di Torino si dimostri attento a cotanto impegno”. Che potrebbe diventare ancora più importante in futuro: “Noi ci siamo – ha detto Paolo Bosca, main sponsor – ed il salto di qualità ulteriore è un’ipotesi percorribile, in sinergia con le Istituzioni”.





NOTIZIE-NEWS- S.4372 del 1 Maggio 2018
PHOTO GALLERY tot.foto 32

 

Inari, la protagonista della nuova collezione di Paola Benedetta Cerruti

L’Atelier Beaumont, in occasione del settimo anno di attività, ha presentato la collezione “Inari” ispirata alla divinità giapponese dell’agricoltura e del riso. Una scelta raffinata ed innovativa poiché la femminilità viene presentata tra l’aspetto divino e l’animo più da amazzone. Inari è sofisticata ed elegante, coriacea e forte. Caratteristiche che contraddistinguono, da sempre, la creatività della stilista Paola Benedetta Cerruti che nonostante la sua carriera internazionale presso la prestigiosa Maison Valentino di Roma, alcuni anni fa, ha deciso di scommettere sull’orgoglio sabaudo nell’ambito del
fashion “made in Italy”. Per realizzare l’eleganza, lo stile e le tendenze, la stilista Cerruti ha scelto di insediarsi nel piano nobile di una palazzina liberty di Cit Turin, il “borgo” della sua infanzia e della sua famiglia. E’ il quartiere più piccolo di Torino oltre che essere uno dei più eleganti e ricercati del capoluogo piemontese. L’Atelier Beaumont è situato al numero otto nell’omonima via, caratterizzata da lussuosi palazzi in stile liberty, decò e neogotico. In questa cornice la “collezione Inari, dea e amazzone” è risultata chic e coinvolgente. L’artigianalità evidenzia Paola Benedetta Cerruti: “permette di avere un fashion brand unico nel suo genere che regala uno stile senza tempo, sempre un passo avanti rispetto alle tendenze contemporanee. I dettagli minuziosi e la ricerca dei materiali di qualità consentono di avere più intepretazioni per ogni abito. Streetstyle, glamour e eleganti. Una filosofia per tre linee: pret-a-porter, l’alta moda e la wedding (matrimonio)”. Infine anche il riso Acquerello offerto durante il cocktail party è un prodotto-simbolo della qualità italiana della Tenuta Colombara di Livorno Ferraris, luogo in cui si è svolto lo shooting della collezione ispirata alla Dea del riso. Il cerchio si chiude per ora perché la stilista annuncia di essere già al lavoro per nuovi progetti.















NOTIZIE-NEWS- S.4372 del 1 Maggio 2018 Stelle al Merito del Lavoro al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino

PHOTO GALLERY pagina 1

PHOTO GALLERY pagina 2

PHOTO GALLERY pagina 3

PHOTO GALLERY pagina 4

PHOTO GALLERY pagina 5

PHOTO GALLERY pagina 6

PHOTO GALLERY pagina 7

PHOTO GALLERY pagina 8

PHOTO GALLERY pagina 9

tot.foto 2684


Fotografato: Edoardo Benedicenti,Nino Boeti,Chiara Appendino,Renato Saccone,Sergio Chiamparino,Tiziana Morra,Maurizio Sella

Conservatorio Giuseppe Verdi, piazza Bodoni,la consegna delle "Stelle al Merito del Lavoro" ai nuovi Maestri del Lavoro del Piemonte
Il Paese deve saper includere ed avviare i giovani al lavoro. Il seguente è un dovere costituzionale che il primo maggio riemerge con forza nelle parole delle istituzioni presenti in Conservatorio a Torino per premiare lo sforzo, il sacrificio, la determinazione ed il successo dei lavoratori del Piemonte. Anche stamani, come ogni anno, in piazza Bodoni sono stati premiati 85 piemontesi con la “Stella al merito del lavoro” per essersi distinti nell’attività professionale e nel contributo attivo alle comunità di appartenenza. Imprenditori, lavoratori autonomi, dipendenti, mansioni manifatturiere o servizi sono stati i protagonisti di questa festa del lavoro 2018 all’insegna della fiducia. Il conservatorio ha fatto registrare il tutto esaurito per applaudire i protagonisti del lavoro in Piemonte. Questi esempi non devono far perdere la speranza e la forza necessaria di festeggiare una data ricca di diritti e doveri. Intanto nell’ultimo anno in Piemonte si sono registrati 18.000 posti di lavoro in più, un timido segnale di ripresa nonostante il contesto preoccupante di crisi del territorio: nord ovest, triangolo industriale e capoluogo piemontese.
Come si diventa Maestri
Per diventare maestri del lavoro bisogna avere più di 50 anni, essere stati alle dipendenze di una o più aziende avendovi acquisito apprezzabili benemerenze per oltre 25 e (naturalmente) non avere pendenze penali di qualsiasi tipo.
Le proposte - che possono essere inoltrate dalle stesse aziende, dalle organizzazioni sindacali e assistenziali o direttamente dai lavoratori interessati - vanno indirizzate agli Ispettori regionali del Lavoro competenti per territorio entro il 31 ottobre di ogni anno per i conferimenti da effettuare nell'anno successivo (non più di mille complessivamente) e debbono essere corredate dai seguenti documenti in carta semplice: certificato di nascita; certificato di cittadinanza italiana; attestato di servizio o dei servizi prestati presso una o più aziende fino alla data della proposta o del pensionamento; attestato di perizia, laboriosità e condotta morale in azienda; curriculum vitae.
Le ultime tre attestazioni possono essere anche contenute in un documento unico rilasciato dalla ditta presso la quale il lavoratore presti o abbia prestato servizio (se le aziende sono più d'una, occorre allegarne altrettanti).
... "le proposte di candidatura, fermo restando l’osservanza dei requisiti previsti dalla L. 5 febbraio 1992, n. 143, possono essere inoltrate, seguendo le modalità già in uso, dalle aziende, dalle organizzazioni sindacali ed assistenziali e direttamente dai lavoratori interessati alle Direzioni Interregionali del Lavoro e alle Direzioni Territoriali del Lavoro, entro e non oltre il termine del 31 ottobre 2016 punto 5. Possono essere anche contenuti in un documento unico rilasciato dalla Ditta presso cui il lavoratore presta servizio. Nel caso in cui l’interessato abbia prestato servizio presso più aziende, occorrerà allegare gli attestati relativi ai servizi precedenti."







NOTIZIE-NEWS S.4355 del 12 ‎aprile ‎2018 INAUGURAZIONE DELLA NUVOLA LAVAZZA: UNO SPAZIO APERTO PER LA CONDIVISIONE DI PROGETTI, CIBO E CULTURA
PHOTO GALLERY tot.foto 185
Fotografato: Chiara Appendino,Antonella Parigi,Alberto Lavazza Giuseppe Lavazza,Marco Lavazza,Cino Zucchi,Ferran Adrià,Dante Ferretti ,Ralph Appelbaum,Federico Zanasi,Carlin Petrini,Bruno Vespa,Elsa Fornero,Pierfrancesco Favino,Giorgetto Giugiaro
Un progetto unico, fortemente voluto dalla quarta generazione della Famiglia Lavazza, co-creato insieme ai numeri uno nei campi dell’architettura, del food, della scenografia e del design: un “Golden Team” che unisce Cino Zucchi, Ferran Adrià e Federico Zanasi, Dante Ferretti e Ralph Appelbaum. Torino. Nuvola speciale in Italia, che si anima sotto il cielo di Torino. È una Nuvola di oltre 30 mila metri quadrati, che produce idee e lavoro, cibo e cultura. È una Nuvola spalancata sul mondo, che ha il sapore deciso del caffè italiano e quella capacità, tipica delle nuvole, di far viaggiare l’immaginazione e di guardare lontano. Verso più di 90 Paesi in tutti i continenti. Verso il futuro. “La
Nuvola Lavazza contiene la nostra memoria e il nostro futuro”, dichiara Alberto Lavazza, Presidente del Gruppo. “Ha le radici ben salde nella città e nel quartiere Aurora, storicamente teatro del nostro sviluppo industriale, ma è allo stesso tempo un complesso all’avanguardia in grado di dialogare con tutto il mondo Così ci piace pensare che Nuvola Lavazza abbia radici future, perché siamo convinti che il futuro possa maturare bene solo se le radici sono profonde”.
La storia Lavazza.
Fondata a Torino nel 1895, è un’azienda italiana produttrice di caffè di proprietà dell’omonima famiglia da quattro generazioni. Fra i principali torrefattori mondiali, il Gruppo è oggi presente in oltre 90 Paesi attraverso consociate e distributori, esportando oltre il 63% della sua produzione. Lavazza impiega complessivamente circa 3 mila persone, con un fatturato di 2 miliardi di euro nel 2017. Lavazza ha inventato, proprio alle sue origini, il concetto di miscela, ovvero l’arte di combinare diverse tipologie e origini geografiche del caffè, caratteristica che ancora oggi contraddistingue la maggior parte dei suoi prodotti. L’azienda, tra le prime 100 marche al mondo per reputazione secondo il Reputation Institute, conta inoltre più di 25 anni di tradizione nel settore della produzione e della commercializzazione di sistemi e prodotti per il caffè porzionato,
imponendosi come prima realtà italiana a lavorare sui sistemi a capsula espresso. Lavazza è presente in tutti i business: a casa, fuori casa e in ufficio, puntando sempre alla costante innovazione. Ad oggi Lavazza vanta un brand conosciuto in tutto il mondo, cresciuto grazie a importanti partnership perfettamente coerenti con la strategia di internazionalizzazione della marca: come quelle, nel mondo dello sport, con i tornei tennistici del Grande Slam e - nel campo dell’arte e della cultura - con prestigiosi Musei quali il Guggenheim di New York negli USA e l’Ermitage di San Pietroburgo in Russia. Fanno parte del Gruppo Lavazza le aziende francesi Carte Noire ed ESP, la danese Merrild, la canadese Kicking Horse Coffee e l’italiana Nims.

 
NOTIZIE-NEWS S.4324 del 18 Gen.2018
Intervista Claudio Bardazzi
Resp.Osservatorio Findomestic
Banca S.p.a.
video© Antonio Chiarenza Torino


La ripresa dell’economia mondiale si consolida e si rafforza nell’anno in corso, grazie all’accelerazione del commercio mondiale e all’attenuazione dei rischi per lo scenario, portando il PIL a registrare tassi dell’ordine del 3,5% a tutto il 2017. Se il 2016 ha rappresentato un anno di generale rallentamento per le economie avanzate rispetto al biennio precedente, l’anno in corso sta restituendo un quadro globale molto favorevole: • una ripresa della Cina che fornisce impulso al commercio mondiale, ulteriormondiale, ulteriormente ampliato dal recupero ciclico dei paesi emergenti; • un deprezzamento del dollaro sulle principali monete che amplia l’effetto positivo sul commercio mondiale; • una sorprendente crescita dell’Unione Monetaria.
In particolare, il Pil cinese si prevede cresca ad un ritmo di quasi il 7% nel 2017, grazie al contributo positivo sia della domanda interna, sostenuta dalla politica espansiva di bilancio di inizio anno, sia dalle esportazioni nette. La crescita particolarmente brillante è spiegata dalle intenzioni governative di portare l’economia cinese in condizioni floride agli appuntamenti politici di ottobre, superati i quali ci si attende una rifocalizzazione dell’attenzione sulle riforme strutturali, che potrebbero nei primi tempi frenare l’attuale dinamismo.



NOTIZIE-NEWS- ‎‎‎S.4320 del ‎20 ‎dicembre ‎2017 Cena federalberghi Torino-Hotel Parisi Nichelino (TO)

PHOTO GALLERY tot.foto 48


Federalberghi Torino o FedTo è l'associazione datoriale degli imprenditori turistico-alberghieri della provincia di Torino, cui aderiscono le imprese alberghiere ed extralberghiere. FedTo, parte importante della Federazione Nazionale degli albergatori, aderisce a Confturismo - Federazione delle Associazioni Italiane Alberghi e Turismo, U.R.A.P.A. - Unione Regionale delle Associazioni Piemontesi Albergatori, nonché a Confcommercio – AscomTorino.
FedTo è espressione della professionalità di un settore moderno e complesso:
•Tutela le esigenze politiche ed economiche delle imprese turistiche rappresentandole in ogni ambito, ove vengano esaminati i relativi interessi.
•Partecipa attivamente alla
programmazione ed alla promozione turistica del territorio di concerto con gli Enti deputati a tale funzione.
•Dedica particolare cura ed attenzione alle problematiche politiche, finanziarie, gestionali, commerciali e tecnologiche con cui ogni operatore alberghiero deve misurarsi quotidianamente.
Un’Associazione in grado di rispondere a tutte le esigenze che caratterizzano l'attività dell'imprenditore turistico attraverso servizi professionali in sede o per il tramite di strutture specializzate accuratamente selezionate.
In occasione dell’Assemblea ordinaria dei Soci, svoltasi il 30 giugno u.s. presso il rinnovato Turin Palace Hotel di Torino, è stato ricostituito il Gruppo dei Giovani Albergatori Torinesi.
Guidati da Emanuela Parisi, eletta Presidente, e da Matteo Capuzzo, nominato Vice-Presidente, Angelo Liberante, Eva Giodice, Niccolò Buratti, Virginia Bertone, Stefania Talaia, Tommaso Vineis ed Anton Robu compongono il nuovo Gruppo dei Giovani Albergatori Torinesi.


Organigramma FedTo
Comitato Esecutivo - Giunta
Presidente Alessandro Comoletti
Vice Presidente Vicario Caterina Fioritti
Vice Presidente Fabio Borio
Tesoriere Alessandro Garelli
Consigliere Maurizio Bertone
Consigliere Giovanni Cristiani
Consigliere Roberto Ertola
Consigliere Luca Da Frè


Consiglio Direttivo
Consigliere Andrea Benasciutti
Consigliere Costantino Buoncristiani
Consigliere Matteo Capuzzo
Consigliere Luca Cernuschi
Consigliere Cecilia Garetto
Consigliere Niccolò Buratti
Consigliere Emanuela Parisi
Consigliere Paolo Tamagnone
Consigliere Riccardo Vallinotto
Consigliere Simone Visconti
Consigliere Caterina Vodola
Consigliere Maria Grazia Beccaris
Presidente Onorario Bernardino Garetto
Delegato AIAT Bardonecchia Romano Bosticco
Presidente Giovani Albergatori Emanuela Parisi
Direttore
Dott. Roberto Anino






NOTIZIE-NEWS- S.4293 tutte del 15 ‎novembre ‎2017 La riforma dell'ordinamento turistico alberghero ed extralberghiero nella Regione Piemonte presso Hotel Plaza di Torino

PHOTO GALLERY tot.foto 38

Fotografato: Alessandro Comoletti,Caterina ,Paola Casagrande,Mario Gobetti,Paolino Mastrangelo


Nuova legge regionale sulle strutture ricettive extralberghiere della regione piemonte
E’ stato recentemente pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte ed entrato in vigore il nuovo regolamento regionale che disciplina le strutture ricettive extralberghiere.
La nuova legge regionale del 3 agosto 2017 intende semplificare e innovare il sistema turistico piemontese.
Si segnalano di seguito alcuni aspetti salienti della nuova normativa regionale:
•classificazione e caratteristiche delle strutture ricettive esistenti e di nuova costituzione comprese le locazioni turistiche di abitazioni private;
•introduzione di nuovi sistemi di accoglienza (p.es. case o camere sugli alberi, le chiatte sui laghi, ecc.), le nuove residenze di campagna nonché le locande;
•altre categorie classificate sono i bed&breakfast, case appartamenti vacanze e residence, case per ferie, residenze di campagna e ostelli. Per le case ed appartamenti vacanze (CAV) è prevista la possibilità di assumere la denominazione di “residence” se con un minimo di 8 appartamenti, insieme alla presenza di un locale per la portineria e il ricevimento degli ospiti.
•ulteriori denominazioni vengono introdotte anche per le case per ferie, tra cui “centri soggiorno”, e dizioni specifiche quali “vacanza”, “studio”, “sportivo”, nel caso di specifiche finalità delle strutture.









NOTIZIE-NEWS- S.4256 del 19 ‎settembre ‎2017 25 anni dell’Associazione Nazionale Donne nel Turismo un grande traguardo per le donne!!! Caterina Fioritti 15 anni da Presidente Nazionale
PHOTO GALLERY tot.foto 227
Fotografato: Luisella Morandi,Maria Paola Profumo,Antonella Parigi,Paola Casagrande,Silvia Revel,Mariangela Minio,Simona Segre,Mary Roero,Carmelina Novembre,Alessandro Comoletti,Maria Luisa Coppa,Guido Bolatto,Patrizia Polliotto,Paolo Moreggio,Giovanna Boschis,Davide Bogliacino,Giuseppe D'Alonso,Marisa Novelli,Caterina Fioritti,Valeria Magnone,
Josep Ejarque,Valeria Rogolino,Valentina Parenti,Celia Garetto,Francesco Minichelli,Marco Parenti,Paolo Bussolino,Antonella Bellan,Virginia Bertone,Marcella Garspardone,Piero Marzot,Nicoletta Ambrogio,Giovanna Possio,Maria Teresa Vanzetti,Federica De Luca,Emanuela Moroni

Nella splendida cornice del Turin Palace Hotel di via Sacchi si è svolta la celebrazione dei 25 anni dell’Associazione Nazionale Donne nel Turismo. E’ stata questa l’occasione per confermare l’attività di un gruppo di donne, pioniere nel mondo del turismo nazionale, che hanno avuto la lungimiranza di scommettere su un settore in un momento in cui non era certo facile (nascita nel 1992 legate all’organizzazione internazionale IFWTO)
 Le persone sono più importanti delle destinazioni, questo il motto che ha contraddistinto l’operatività e la rete delle donne nel turismo e che è risuonata ancora una volta forte e chiara nell’incontro celebrativo del Turin Palace. Una voce condivisa e sostenuta anche dalla presenza di autorità competenti che da sempre sono state al fianco dell’associazione (Ascom Confcommercio, Regione Piemonte, Federalberghi, Turismo Torino, Camera di Commercio, Unione Italiana Consumatori, sezione del Piemonte). Le istituzioni hanno così riconosciuto il ruolo e la proposta dell’Associazione guidata da Caterina Fioritti (Presidente Nazionale dal 2001) e che si avvale del supporto di Luisella Morandi (Governatrice del Piemonte dal 2000) e di Mariangela Minio (tesoriera nazionale).

 Proprio per dare peso e lustro al lavoro in questo delicato settore l’Associazione ha voluto celebrare e ricordare, assegnando due premi a chi ha lavorato e lavora con il gruppo. Il primo a Paola Casangrande, funzionario della Regione Piemonte, è andato il riconoscimento dedicato a Cristina Ambrosini, mentre allo storico funzionario del Comune di Torino, Davide Bogliacino, il riconoscimento Fulvio Rogolino. Premi che tengono fede al motto: le persone sono più importanti delle destinazioni.
 Una citazione va naturalmente a Mediolanum (Olivia Mondello) che ha creduto e sostenuto questa iniziativa, ad Axea di Giovanna Possio e all’Associazione Torino in Europa (Carmelina Novembre) per la concreta e fattiva collaborazione
Obiettivo principale dell’Associazione DONNE NEL TURISMO è la valorizzazione e la promozione del settore turistico, dal segmento produttivo a quello dei servizi, dagli eventi e dalle manifestazioni alle strutture ricettive.







NOTIZIE-NEWS- SR.4227 del‎13 ‎agosto ‎2017 CulturaWay-case vissute da personaggi famosi
PHOTO GALLERY tot.foto 44

CulturalWay propone un inedito tour volto a scoprire le case (in esterno) raccontate da illustri autori o vissute proprio dagli stessi a Torino, attraverso un percorso che ne approfondirà la struttura architettonica ma soprattutto le curiosità vissute all’interno di questi nuclei, le cui traversìe sono in parte confluite in testi lasciati alla lettura dei posteri. La prenotazione è obbligatoria al n. 339.3885984 o scrivendo a info@culturalway.it. TORINO – Tour delle ‘Case d’Autore’ organizzato dall’associazione CulturalWay
 Il Gruppo si è ritrovato alle h 17 e si è avviato con la guida, Barbara, alla scoperta delle case.Raccontate o vissute da illustri autori, cominciando dall’1) Hotel Roma di piazza Carlo Felice,dove fra il 28 e il 29 Agosto 1950 moriva lo scrittore Cesare Pavese;2) una breve nota sulla parte ‘nuova’ di Via Roma, la via centrale di Torino,che venne progettata dall’architetto Piacentini su commissione del duce, nel 1930 circa;3) Palazzo Bricherasio, in via Teofilo Rossi, dove nel 1899 venne firmato l’atto di fondazione della FIAT, da parte di Agnelli e altri soci;4) via Alfieri, palazzo che fa angolo con Piazza San Carlo, dove visse poeta, scrittore e drammaturgo Vittorio Alfieri;5) Piazza San Carlo-angolo via Maria Vittoria: qui il trombettista Nini Rosso fondò un Jazz Club; collaborò anche con Fred Buscaglione e Piero Angela, allora musicista di jazz;6) Via Carlo Alberto: una targa apposta sulla facciata del palazzo ricorda che qui visse per un periodo il filosofo e scrittore Federico Nietzsche;7) Via PO, dove visse dal 1748 Giovanni Battista Beccaria, fisico e matematico;8) Via Pietro Micca, la ‘casa con le torri’, dove vise Giulio Einaudi,9) Via Pietro Micca, dove soggiornò De Amicis;10) Via Barbaroux, luoghi dove gli scrittori Fruttero e Lucentino hanno ambientato
le vicende del loro personaggio, il commissario Santamaria;11) Via Palazzo di Città, la ‘casa col percing’, opera dell’architetto Corrado Levi e Via Palazzo di Città, dove Cottolengo fondò la ‘Piccola casa delle Divina Provvidenza’;12) Via Porta Palatina: a due passi dalla Porta Palatina e dal Duomo, la ‘Casa del Pingone’,palazzo medievale del 1500 appartenente allo storico di casa Savoia; 13) Via Pietro Edigi n.6, dove il poeta Torquato Tasso soggiornò dal 1578;14) Via Bonelli 2, la casa del ‘boia’, e via Bonelli, dove visse per un periodo il celebre comico Erminio Macario;15) Via Sant’Agostino, nel quadrilatero romano, dove nel 1884 soggiornò da giovane Puccini;16) il tour si è concluso dopo circa 2 ore con la visita all’Hotel Dogana Vecchia, l’hotel più vecchio d’europa, dove soggiornò giovanissimo il celebre musicista Amadeus Mozart; i partecipanti alla visita hanno seguito la visita con curiosià e molta attenzione:è proprio il caso di dire che Torino non si finisce mai di conoscerla!


NOTIZIE-NEWS- S.4225 del‎ 6 ‎agosto ‎2017 Superga vista dalla cupola - Tombe Reali e Grande Torino Calcio

PHOTO GALLERY tot.foto 45

A Torino si può salire salire sulla Cupola della Basilica di Superga,si può visitare le Tombe di casa Savoia e le lapidi del Grande Torino Calcio
La Basilica venne fondata dal duca Vittorio Amedeo II di Savoia dopo l’assedio e la battaglia di Torino del 1706. Prima dello scontro decisivo Vittorio Amedeo II e il cugino Eugenio di Savoia – Soissons, salirono sul colle di Superga per vedere dall’alto lo
schieramento delle truppe nemiche e scegliere la migliore strategia per liberare Torino dall’assedio. Tutte le sere sarà possibile, dal martedì alla domenica, con aggiunta del lunedì 14 agosto, salire sulla Cupola della Basilica di Superga, per ammirare Torino dal punto più alto della Città, visitare le Tombe di casa Savoia e la Basilica con l’accompagnamento del nostro personale. Apertura della Chiesa dalle h. 21.30 alle h.24.00 – visite guidate agli spazi museali per le Tombe alle h.22 e alle h.23, per la Basilica alle h.22.40 e alle h.23.40. Costo della salita in cupola: 3€ – della visita alle Tombe 5€ – della visita in Basilica 5€. Un’atmosfera davvero magica…Superga come non l’avete mai vista!!!!



NOTIZIE-NEWS-
S.4221 del 30 ‎luglio ‎2017
Il Marocco a Torino per la Festa del Trono 2017

PHOTO GALLERY tot.foto 45


In occasione del 18° anniversario dell'ascesa al Trono del Re del Marocco, il Consolato generale di Torino ha indetto, nella serata di domenica 30 luglio, il tradizionale ricevimento presso l'Hotel Golden Palace. Eleganza e tradizione sono i protagonisti di una festa dal sapore orientale che intende omaggiare e stringersi idealmente a Sua Maestà Re Mohammed VI, considerato dalla comunità europea un esponente di rilievo dell’ Islam riformista e dialogante. Il parterre della festa, di trecento invitati, era costituito da   autorità civili, militari e religiose. La comunità marocchina piemontese e della Val d'Aosta ha sfoggiato abiti classici della tradizione regionale e territoriale del Regno con colori e ricami preziosi. Il Console generale del Regno del Marocco,  Mhammed Khalil ha dichiarato "Signore e Signori Rappresentanti dello Stato e gli Eletti
Cari colleghi, membri del Corpo Consolare.Signore e Signori Presidenti delle Associazioni, Centri Islamici
Cari amici
É per me un grande onore e gioia potervi ricevere qui, oggi, per celebrare il diciottesimo anniversario dell’intronizzazione di Sua Maestà il Re Mohamed VI. A nome del Regno del Marocco, della comunità marocchina in Italia e mio, vi diamo il benvenuto.La festa del Trono è particolarmente presente nel cuore di noi marocchini ed è sempre nel nostro spirito : rappresenta il simbolo dell’unità della Nazione sotto l’Egida di un Re illuminato. Ma è altresì, una buona opportunità per ricordare ai nostri amici italiani gli eccellenti rapporti di amicizia che ci uniscono da sempre; e al contempo per ribadire ai nostri compatrioti, il nostro profondo attaccamento alla comunità marocchina residente in Italia, nonché per mettere in lucce i progressi realizzati dal nostro paese nei vari e i multipli settori di sviluppo. 
Viva l’amicizia italo-marocchina,
Viva l’Italia, Viva il Marocco.
Nel banchetto sono spiccate le prelibatezze delle grandi occasioni:
involtini di mandorle e pollo, un cous cous con uvetta e menta, agnello allo spiedo. La cornice dell'hotel di lusso ha ospitato musica, balli e canti tradizionali capaci di far respirare il clima marocchino, non solo nelle temperature ma nella storia di un popolo che da decenni è integrato nel capoluogo piemontese. I dati Istat aggiornati al 2016 dichiarano la presenza di 27.002 marocchini in provincia di Torino e 58.830 nel territorio piemontese. Cifre che rivelano una Torino capitale dei marocchini d’Italia, una città magrebina nella città capace di dialogo e integrazione. Un cammino da praticare ogni giorno, non senza difficoltà.









NOTIZIE-NEWS- S.4216 del ‎16-22 ‎luglio ‎2017 Tour Marina di Massa,Castello Malaspina,Massa,Cave di Marmo Carrara,Carrara e Fubine

PHOTO GALLERY tot.foto 210

Fotografato: Marina di Massa,Castello Malaspina,Massa,Cave di Marmo Carrara,Carrara


Cave di marmo a carrara-Alpi Apuane
avventuroso in un luogo sorprendente con la MARBLE TOUR di Davide Bruni.
Abbiamo indossato il giubbino catarifrangente ed il casco di protezione,consigliati occhiali da sole, il bianco dei marmi è meraviglioso ma abbagliante. e siamo saliti a bordo di 2 Land Rover da 9 posti ciascuna, con alla guida Francesco e Alessandro,che ci hanno portato dalla piazza Fantiscritti, sita a 422 m slm fino alla quota di oltre 1.000 m,attraverso tornanti molto ripidi, percorrendo anche tratti di strada sterrata e priva di paracarro di protezione;poi ci siamo fermati in cima alla montagna, di fronte ad una delle cave attive, siamo scesi dai fuoristrada e i nostri 2 autisti ci hanno fatto da guide, illustrandoci la storia delle cave e i metodi di lavoro con cui vengono tagliati ed estratti i grossi blocchi di marmo bianco, che chimicamente è composto di carbonato di calcio;Ho visitato le cave di marmo di Massa ed è stato un viaggio interessante ed appassionante: abbiamo visto dal vivo gli attrezzi, le ruspe,cavi tesi, tutti i
macchinari che servono all'estrazione dei blocchi di marmo insieme alle 2 guide c'era anche Giada, la brava e graziosa interprete che si occupava della spiegazione ai turisti stranieri,che ci ha svelato un mondo incredibile fatto di lavoro duro, antico e moderno al tempo stesso. Paesaggi quasi lunari con il mare sullo sfondo. Una bella esperienza diversa da ogni altra. Da non perdere! Un'esperienza veramente particolare....vi siete mai chiesti '' e se Michelangelo non avesse avuto quel blocco di marmo?'' Apprezzerete ancora di più le opere straordinarie che abbiamo nel nostro paese.... Toccherete con mano le montagne che hanno reso possibile gran parte del nostro rinascimento.Le cave attualmente attive in zona sono circa 150, una trentina delle quali nel bacino di Fantiscritti.Il tour dura circa un'ora, è molto interessante e le emozioni sono assicurate!







NOTIZIE-NEWS- S.4206 del ‎21-24 ‎giugno ‎2017 Borsa del Turismo Religioso e Culturale Internazionale,Itinerari di Fede,Arte e Cultura a Roma,Montecassino e Fiuggi

PHOTO GALLERY P1

PHOTO GALLERY P2

tot.foto 363


Turismo Religioso: “Oltre 2300 contatti tra buyer e seller alla BTRI di Roma”
Il turismo religioso ha un target attuale, molto vivo e offre numerose prospettive di crescita. Si tratta di capire i cambiamenti e intercettare le richieste individuali per tarare le offerte sui bisogni effettivi». Lo dichiara Nicola Ucci, patron della Borsa Turismo Religioso Internazionale (BTRI) che si è conclusa oggi a Roma. Al workshop hanno partecipato 60 buyer provenienti da 13 paesi differenti, Croazia, Danimarca, Francia, Germania, Inghilterra, Irlanda, Norvegia, Polonia, Russia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Ungheria e USA, oltre che da varie parti d’Italia (Campania, Emilia Romana, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto) e 120 seller italiani ed esteri. Fruttuosa per loro la giornata di lavoro, con una media di 38 contatti individuali dichiarati da ogni buyer, per un totale di oltre 2.300 contatti commerciali,soddisfacente, dunque, il bilancio conclusivo della manifestazione.
Il futuro del turismo religioso è al plurale. Oggi è sempre più spesso associato allo sport, con il ciclo turismo lungo i cammini o i pellegrinaggi a piedi,all’enogastronomia, con la riscoperta delle tradizioni dei conventi, alla cultura, basti pensare che solo in Italia il 70% del patrimonio storico-artistico è custodito in luoghi sacri». Così Nicola Ucci, ideatore e organizzatore della Borsa del Turismo Religioso Internazionale (BTRI), a margine della tavola rotonda inaugurale che si è svolta nel pomeriggio presso Casa La Salle.
 Fiuggi Città (m747 s.l.m.) che è il nucleo d’insediamento più antico, e il più moderno Fiuggi Fonte (m 621 s.l.m.), inserito nella zona termale,10.000 posti letto e nessuna industria che inquina
Osteria Titina a Cassino (FR) Usano esclusivamente materie prime di ottima qualità,coltivate e prodotte da loro ; ambiente familiare; ristorazione per passione. Fabio è uno chef di esperienza, e questo lo ritrovi nei suoi piatti e nelle attenzioni per il cliente. Nonostante ci sia una grande quantità di locali nei dintorni, l'osteria Titina ha scelto di distinguersi per qualità, convenienza e cortesia ; quindi niente cucina massiva, no fast food, e niente menù fisso... Chi sceglie di tornare in questo ristorante lo fa perché è un buongustaio.
L'Abbazia di Montecassino è una delle più note Abbazie del mondo. 
Nel 529 San Benedetto scelse questa montagna per costruire un monastero che avrebbe ospitato lui e quei monaci che lo seguivano da Subiaco.
La struttura della casa per ferie San Luigi a Roma. L'edificio si sviluppa su tre livelli, dispone di camere ampie e luminose da 1 a 4 posti letto, ognuna dotata di bagno privato con doccia, TV, telefono, aria condizionata, riscaldamento autonomi.
    Antonio Chiarenza





NOTIZIE-NEWS- S.4198 del 2 ‎giugno ‎2017A Onorificenze al merito della Repubblica. Scuola di Applicazione dell’Esercito Torino il vicepresidente del Consiglio regionale presenzia alla cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine al merito della Repubblica e delle medaglie d’onore ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati.

PHOTO GALLERY P1

PHOTO GALLERY P2

PHOTO GALLERY P3

PHOTO GALLERY P4

Cenni storici
Istituito con la Legge 3 marzo 1951, n. 178 (G.U. n. 73 del 30 marzo 1951), è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a "ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.".
Il Presidente della Repubblica è il Capo dell'Ordine.
L’Ordine, retto da un Consiglio composto di un Cancelliere, che lo presiede, e di dieci membri è articolato nei gradi onorifici di: Cavaliere di Gran Croce, Grande Ufficiale, Commendatore, Ufficiale, Cavaliere. Il Cavaliere di Gran Croce può essere insignito della decorazione di Gran Cordone.
Più avanti sono riportati, integralmente, la legge istitutiva con le successive modificazioni, le norme di attuazione e lo Statuto dell'O.M.R.I.
Di seguito i punti principali:
- a nessuno può essere conferita, per la prima volta, un'onorificenza di grado superiore a quella di Cavaliere. Fanno eccezione alcune situazioni particolari, espressamente stabilite dalla legge;
- per benemerenze di segnalato rilievo e per ragioni di cortesia internazionale, il Presidente della Repubblica può conferire onorificenze fuori della proposta e del parere richiesti dalla legge; le concessioni delle onorificenze hanno luogo il 2 giugno, ricorrenza della fondazione della Repubblica,, e il 27 dicembre, ricorrenza della promulgazione della Costituzione. Soltanto le concessioni motu proprio, quelle legate alla cessazione dal servizio dei pubblici dipendenti e quelle accordate a stranieri possono avvenire in qualunque data;
- salve le disposizioni della legge penale, incorre nella perdita dell'onorificenza l'insignito che se ne renda indegno. La revoca è pronunciata con Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta motivata del Presidente del Consiglio dei Ministri, sentito il Consiglio dell'Ordine.
      Antonio Chiarenza






NOTIZIE-NEWS- ‎‎‎‎‎S.4179 del ‎1 Maggio 2017 Cerimonia di consegna Stelle al Merito del Lavoro al Conservatorio G.Verdi di Torino
Fotografato:Edoardo Benedicenti,Tiziana Morra,Sergio Chiamparino,Renato Saccone,Chiara Appendino,Giuseppe Donato,Carlo Trabaldo
Togna

PHOTO GALLERY P1

PHOTO GALLERY P2

PHOTO GALLERY P3

PHOTO GALLERY P4

PHOTO GALLERY P5

PHOTO GALLERY P6

Totale foto 1597
NB: ogni P contiene 300 foto


Consegnate le stelle al Merito del Lavoro a 85 piemontesi al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino si è svolta la cerimonia di consegna delle
“Stelle al Merito del Lavoro”, onorificenzeconferite con decreto del Presidente della Repubblica ai nuovi Maestri del Lavoro del Piemonte.
Finalità
Premiare singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale dei lavoratori dipendenti da imprese pubbliche o private.
Struttura
L'accertamento dei titoli di benemerenza è svolto da una Commissione nominata e presieduta dal Ministro del Lavoro e composta dal Presidente della Federazione Nazionale Maestri del Lavoro d'Italia, dal Presidente dell'Associazione Nazionale Lavoratori Anziani d'Azienda, da cinque funzionari designati dalla Presidenza del Consiglio e dai Dicasteri degli Esteri, Agricoltura, Industria, Lavoro, da sei membri designati dalle organizzazioni sindacali di categoria, da quattro membri in rappresentanza dei datori di lavoro.







NOTIZIE-NEWS- S.4166 WEB del 25 marzo 2017 A Treviso dal 25 al 28 marzo 2017 La Borsa del Turismo Sociale e Associato e della Terza Età con visita a Jesolo e Oderzo
HUB TURISMO SOCIALE E ASSOCIATO BTSA E BTTE
PHOTO GALLERY tot.foto 274

Onde adriatiche…un giorno vedervi potrò…godrò carezze a volontà dall’ora loquace ora silente ragazza veneziana…mentre misteriosa la gondola va, da lei le mie labbra apprendendo dal Petrarca e d’amore l’accento…Dopo questa breve parentesi poetica (Puškin) iniziamo a parlare dello sforzo della Regione Veneto,rivolto a differenti categorie di destinatari del turismo sociale (diversamente abili, anziani con problemi di deambulazione ecc ). Il congresso “turismo sociale ed inclusivo nelle spiagge venete” svoltosi nella bella città di Treviso con la presenza delle autorità locali e specialisti del settore ,affronta il tema del turismo per il benessere di categorie spesso ignorate o trascurate dagli operatori del settore. La “persona prima di tutto”…rappresenta il principio alla base della economia sociale che può unire redditività e solidarietà, creazione di posti di lavoro di qualità e generazione di capitale sociale e rafforzamento della coesione territoriale. Le spiagge venete si attrezzano per affrontare queste problematiche , un esempio di questa politica di accoglienza è “la spiaggia di Nemo “ presente sul litorale di Jesolo, reduce dai consensi degli utenti diversamente abili giunti negli anni passati è stata completamente rinnovata fornendo una serie di servizi innovativi per la clientela (altezza dei lettini adeguata, telecomando per gli ombrelloni, parcheggio riservato sul fronte spiaggia ecc )L’arenile è attiguo al presidio ospedaliero in modo da integrare eventuali attività di ricovero o riabilitative.La bella cittadina di Jesolo sorge sulla sottile striscia di litorale tra la laguna di Venezia e la foce del Piave, oltre alle bellezze naturali le occasioni di divertimento non mancano. Interessante il porto turistico tra i più attivi della provincia.Parliamo ora di Treviso, città non caotica ,elegante e dinamica…il visitatore la scopre a partire dalla bella Piazza dei Signori luogo d’incontro dei trevigiani, circondata da magnifici edifici quali il Palazzo dei Trecento , la Prefettura e il Cal Maggiore. Il turista visita la città a piedi, entusiasta dei mutevoli paesaggi, ricordiamo il caratteristico Canal dei Buranelli e l’ isola della Pescheria. Edifici di interesse sono il Duomo (contiene una pala dell’Annunciazione del Tiziano ), il tempio di San Nicolò e la Casa dei Cararresi (sede di mostre internazionali) . Importante è la sede di S.Caterina che raccoglie una “preziosa collezione archeologica” (reperti del Paleolitico e Mesolitico , età del Rame e del Bronzo ecc) del fondatore Luigi Balivo.Una caratteristica cittadina trevigiana con edifici medioevali e rinascimentali è Oderzo (Opitergium per i romani) , nella sede di Palazzo Foscolo troviamo un interessante museo archeologico. Edifici importanti sono il Duomo di San Giovanni Battista , la Loggia Comunale e la Piazza Grande (ospita il Festival Opera in Piazza).Un pensiero alla sindaca Maria Scardellato energica e simpatica accompagnatrice del nostro gruppo.Infine …la visita guidata alla azienda agricola Rechsteiner,ubicata nella zona DOC Piave, la tenuta produce una eccellente varietà di vini bianchi quali il Manzoni Bianco, Prosecco , Domenicale dolce ,Chardonnay, e vini rossi Cabernet , Malanotte, Merlot, Pinot nero ecc.L’ accoglienza del titolare Florian von Stepski Doliwa e la degustazione vini della antica cantina, hanno rallegrato tutti i visitatori.
                                            Flavio Rocco
 






NOTIZIE-NEWS- S.4150 del 23-25 ‎febbraio ‎2017 Festival del Giornalismo Alimentare a Torino
PHOTO GALLERY tot.foto 170
Fotografato:Fabrizio Pepino,Marco Bobbio,Nicoletta Pooliotto,Stefano Tallia,Dario Ujetto,Giuseppe Giulilietti,Giuseppe Gandolfo,Marco Trabucco

A TORINO LA SECONDA EDIZIONE DEL FESTIVAL DEL GIORNALISMO ALIMENTARE

Il mondo della comunicazione alimentare torna al centro del dibattito: dal 23 al 25 febbraio 2017, nella cornice storica della Biblioteca Nazionale di Torino prenderà il via la seconda edizione del Festival del Giornalismo Alimentare
Tre giorni di confronto su uno dei temi di maggiore attualità, per un evento che ha l’obiettivo di far incontrare una platea eterogenea di giornalisti, comunicatori, blogger, aziende, istituzioni, uffici stampa, scienziati,alimentaristi e influencer
LE COLLINE DI CASTELNUOVO DON BOSCO E ALBUGNANO PROTAGONISTE
DEL FESTIVAL DEL GIORNALISMO ALIMENTARE
Alla Cantina Terra dei Santi e Cà Mariuccia
presentato il progetto Baril8 per il riuso degli scarti della viticoltura.Una delegazione del Festival del Giornalismo Alimentare ha fatto tappa nel weekend tra le colline di Castelnuovo Don Bosco e Albugnano.
L’evento, giunto alla sua seconda edizione, si è svolto a Torino dal 23 al 25 febbraio e ha visto la partecipazione di oltre mille professionisti della comunicazione, giornalisti, blogger, uffici stampa, ma anche istituzioni, aziende e rappresentanti delle professioni mediche, per discutere e confrontarsi su uno dei temi di maggiore attualità: l’alimentazione. Tra le storie raccontate durante il Festival ha catturato l’attenzione quella di Baril8: progetto pilota che vede protagoniste le colline astigiane e punta a ridurre gli sprechi creati dal processo produttivo del vino.

La sperimentazione è stata messa a punto da una start up dell’Università di Torino, Scatol8, e coinvolge un’ampia rete di imprese ed enti di ricerca, tra cui la Cantina Cooperativa Terre dei Santi di Castelnuovo Don Bosco e l’Azienda agricola Cà Mariuccia di Albugnano, che nel weekend hanno ospitato una delegazione del Festival per raccontare il funzionamento di questa nuova tecnologia.«Il sistema - ha spiegato Riccardo Beltramo, professore ordinario del Dipartimento di Management dell’Università di Torino -, oltre a monitorare nel vigneto, in cantina e in distilleria, parametri ambientali e gestionali per produrre vini di qualità tracciata, consente di verificare accuratamente le potenzialità d'uso degli scarti del processo di vinificazione, come la vinaccia (la miscela di bucce d'uva) e il vinacciolo (il seme dell’acino)».

 

NOTIZIE-NEWS S. S.4118 del 17 Gen.2017
Intervista Claudio Bardazzi
Resp.Osservatorio Findomestic Banca S.p.a.
FINDOMESTIC
Nel 2016 il PIL del Piemonte ha mostrato un incremento (+0,7%) in linea con la media nazionale (+0,7%) pur riducendo il ritmo di crescita rispetto al 2015.Il reddito medio pro capite è cresciuto del +2,9%, dato superiore alla media del Paese (+2,4%) per un controvalore di 21.064 € Per quanto riguarda il mercato dei beni durevoli (+4,5%), la spesa delle famiglie si attesta a 5,3 miliardi di euro. Cresce, meno che altrove, il comparto della mobilità (auto nuove +8,9%, auto usate +3,2%);particolarmente vivace invece il settore dei motoveicoli, che fa registrare un +11,3%.La minore spinta del comparto può essere ricollegata sia ad un elevato tasso di motorizzazione che ad una minore necessità di sostituzione, per la presenza nella regione di un parco veicoli più giovane della media nazionale.Questi sono i principali risultati della ventitreesima edizione dell’Osservatorio di Findomestic Banca sul consumo di beni durevoli in Piemonte, presentato oggi a Torino presso l’Hotel Principi di Piemonte.


HOME - PAGINA INIZIALE  
INFORMAZIONI PER LE FOTO (Infomation for Photo)
       Prendi il numero completo sotto la foto !

       COMPILA IL MODULO
  O TELEFONA AL 338 58 11 550
         (CLICCA QUI PER LA COMPILAZIONE !)
 
PUBBLICITA'
MEDIA PARTNER
info@notiziefoto.it
cell.338 581 1550
 
 



Benessere Tour - Terme, Salute & Benessere www.benesseretour.it
PROMOTOUR DI NICOLA UCCI con sede legale in Via Riva di Reno, 6 e uffici operativi in Piazza F.D. Roosevelt, 4 - 40122 Bologna -
 BENESSERE TOUR
Piazza F.D. Roosevelt, 4 – 40121 | BOLOGNA
Telefono:+39 051 0560261
Mobile: +39 333 2903692
E-mail: info@benesseretour.it
 
HOTELS GS
consigliati dal nostro Giornale!

CESENATICO (FC)
Hotel Laura
Viale Anita Garibaldi, 17 - 47042 Cesenatico (Fc)
Tel. +39 0547/80516 - Fax +39 0547/1956441
E-mail: info@laurahotel.it


 Valverde di Cesenatico (Fc)
Hotel Raffaello
Via Melozzo da Forlì, 39 - 47042 Valverde di Cesenatico (Fc) - Tel. +39 0547/86262 - Fax +39 0547/1956441
E-mail: info@h-raffaello.com


 Pinarella di Cervia (RA)
Club Vacanze In
Viale Italia, 316 - 48015 Pinarella di Cervia (RA) Prenotazioni Tel. 0547-80516
Fax prenotazioni 0547-1956441
 


Intervista a Beppino Occelli
Titolare OCCELLI AGRINATURA S.r.l.
S.4039 del 22 ‎settembre ‎2016 SALONE DEL GUSTO
Quella di Beppino Occelli è una personalissima storia del gusto ricca di intuizioni, progetti e soddisfazioni, ma anche di sacrifici ed incomprensioni a causa di una mentalità e di uno stile di vita imposto dalla logica industriale e dall'impoverimento culturale della campagna e della montagna.

 
 

Intervista a Massimiliano Torre
Amministrare Unico
DIGI Instruments srl-
tel.051 678 20 46
Sasso Marconi (BO)


 

Un libro di Michele Moraglio dedicato a tutti i Carabinieri
Il 25 Febbraio 1917 con regio decreto viene istituita la figura professionale del carabiniere ausiliario. In questo libro è raccontata la storia dell'autore realmente vissuta durante il servizio militare di leva, anzichè fare un mese di addestramento reclute si poteva scegliere per il servizio volontario presso una scuola allievi carabinieri. Un'esperienza unica e indimenticabile: indossare una divisa amata dagli italiani, indossare una divisa ricca di storia e tradizione
per info:
michele.moraglio@alice.it

 



 

LUISET-AGRISALUMERIA
info@agrisalumeria.it
tel punto vendita Alba (CN) 0173 229134
tel punto vendita Torino 011 8170652
tel punto vendita Ferrere (AT) 0141 93432
 
 
  SITI  AMICI

Ciao, vuoi collaborare con
 il nostro giornale web www.notiziefoto.it accesso libero senza registrazione,
come giornalista
di notizie 
dicultura,
spettacolo,
sport,tempo libero,
convegni e congressi,
sport, tempo libero ed eventi, anche part-time, invia un curriculum a info@notiziefoto.it -
 tel.338 58 11 550
 
 

 MOSTRA    FOTOGRAFICA

 di Antonio Chiarenza